Questo sito contribuisce alla audience di

Frasi di Violetta Serreli

Conduttrice, nato mercoledì 20 settembre 1978 a Cagliari (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Poesie, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Violetta Serreli
Non ho mai voluto avere i capelli sugli occhi, avere offuscata l'inquadratura della mia giornata mi ha sempre infastidito. Un ciuffo che ricade sull'occhio lo sposto subito nervosamente dietro l'orecchio. Voglio la veduta ampia. Libera. Anche quando sono in auto, quando sono in teatro, al cinema, ero così a scuola e all'università. Non ho mai sopportato che qualcuno mi dovesse raccontare ciò che non vedevo. Ed è per questo che ho preferito sempre dire ciò che io vedo, scriverlo, giocarlo, cantarlo, recitarlo. Spero sempre che ci sia qualcuno in prima fila, che saprà raccontare senza distorcere. E se qualcuno distorce, sarà perché la mia verità non gli piace. O semplicemente perché ne ha una sua. Allora avrà la sua prima fila. Ma io sarò sempre dietro le quinte.
Composta mercoledì 6 marzo 2013
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Violetta Serreli
    Se avevi iniziato a scavare per trovare la Verità e ora ti sei fermato... prima o poi riprenderai. Certe cose sono una valanga di informazioni che spesso destabilizzano le idee con cui sei cresciuto. Esattamente come quando nel centro di una grande città, mentre si scava per fare le nuove tubature, si scopre che sotto c'era un'altra città, e lo scavo prende direzioni diverse. Non più solo materiali ma terra, pietra, vita. Si fanno i confronti con chi nelle vicinanze ha trovato qualcosa di simile, riemergono ricordi, vecchi studi... Alla fine si è esausti. E quella verità si sedimenta per un po'. Fino allo scavo successivo.
    Composta venerdì 1 marzo 2013
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Violetta Serreli
      Siamo animali da circo, col chiodo fisso di liberare gli animali dal circo. Il circo è il nostro specchio. E anziché pensare al domatore, pensiamo al povero leone. Apriamo le gabbie e lasciamo che i leoni vaghino per una savana che tra 5 anni non esisterà più. E il domatore senza leoni cercherà tra il pubblico dei volontari... Il pubblico la sua savana l'ha persa da un po'. Urliamo. Gridiamo. Abbasso il circo. Poi incrociamo le dita per passare il casting al Grande Fratello. Ma con la coscienza pulita perché aborriamo il circo con gli animali.
      Composta sabato 2 marzo 2013
      Vota la frase: Commenta