Aforismi di Stephen King

Scrittore e sceneggiatore, nato domenica 21 settembre 1947 a Portland, Maine (Stati Uniti d'America)
Questo autore lo trovi anche in Umorismo, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

"Quel temporale", riprese Ollie a voce bassa e uguale. "Forse ha rotto qualcosa, ha liberato qualcosa lassù. Forse c'è stato un incidente. Potevano star trafficando con qualsiasi cosa. Qualcuno sostiene che stavano lavorando su laser e maser ad alta intensità. Ho sentito parlare di energia di fusione. E supponiamo... supponiamo che abbiano fatto un buco dritto in un'altra dimensione?"
"Ma è un'idiozia", esclamai.
"Anche loro?", chiese Ollie indicando i due corpi.
Stephen King
dal libro "Scheletri" di Stephen King
Vota la frase: Commenta
    Appartenevo a una bella razza di chirurghi, io. Espulso con infamia. Da ridere, a ben pensarci. Lo fanno tutti ma appena ne beccano uno con le mani nel sacco, vibrano d'indignazione. Il Secondo Giuramento di Ippocrate e Ipocrita. Dalle mie avventure ospedaliere (secondo il Giuramento di Ippocrate, il medico d'ospedale dovrebbe essere ufficiale e gentiluomo, ma non credeteci) avevo ricavato abbastanza per aprire uno studio privato in Park Avenue... [...]
    Comunque, conoscevo alcune delle persone giuste. Giocai le mie carte. Ne gettai un paio in pasto ai lupi. Nessuno che mi fosse simpatico, però. Quelli che vendetti ai federali erano tutti dei gran figli di puttana.
    Cristo, che fame.
    Stephen King
    dal libro "Scheletri" di Stephen King
    Vota la frase: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di