Frasi celebri di Naomi Covolo

Nato lunedì 8 luglio 1996 (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

In fin dei conti le persone sono come i libri. Ci sono quelle che si leggono tutte d'un fiato, altre di cui si sfogliano solo le prime pagine e altre ancora di cui non siamo nemmeno curiosi di scoprirne la trama. Ci innamoriamo della prosa di alcune, della meraviglia delle loro storie. Ci tuffiamo dentro. Ci immergiamo totalmente. Altre invece, le riponiamo sullo scaffale e decidiamo di lasciarle lassù. Lontane. E con difficoltà le riprenderemo di nuovo fra le braccia. E poi ci sono quelle più speciali. Quelle che rileggiamo sempre volentieri per paura di lasciarcene sfuggire i particolari. Ed ogni scopriamo qualcosa di nuovo. Quel qualcosa che ce le fa amare ancora di più.
Naomi Covolo
Composta martedì 15 ottobre 2013
Vota la frase: Commenta
    Dovremmo saper ritagliare del tempo. No, non per fare altre cose. Dovremmo essere capaci di ritagliare il tempo passato, come la giornata appena trascorsa ad esempio. Per poi rileggere quei frammenti che sanno di buon umore e fare bei sogni. Ritagliamo dunque la sveglia del mattino, la colazione di fretta. I "buona giornata" e i "ci vediamo più tardi". Gli abbracci improvvisi e le corse sotto la pioggia. Le barzellette degli amici, le nostre risate fragorose. Ritagliamo il rientro a casa, le coccole del gatto davanti ad un buon libro. I racconti della nonna, la merenda e le guance sporche di marmellata. La cioccolata calda e il profumo di biscotti. Ritagliamo i "buonanotte" e conserviamo gli "a domani". Perché nulla è più meraviglioso della certezza di rivedere qualcuno l'indomani. Di saperlo al tuo fianco, nonostante tutto. Nonostante ciò che è passato.
    Naomi Covolo
    Composta giovedì 10 ottobre 2013
    Vota la frase: Commenta
      C'è sempre qualcosa da aspettare. C'è sempre qualcosa che aspetti per ore e ore, per giorni interi o persino per anni. Aspetti l'arrivo dell'estate, le prime piogge d'autunno. Aspetti la telefonata di un amico, l'arrivo di una cartolina. Aspetti per sorseggiare una cioccolata bollente, per sfornare biscotti. Aspetti il natale e il giorno del tuo compleanno. Aspetti di veder spuntare l'arcobaleno tra le nuvole. Aspetti eventi che magari non accadranno. Aspetti domande e risposte, sguardi, sorrisi, abbracci. E poi aspetti le persone, sempre. Aspetti sempre qualcuno. Ma ti fermi mai ad aspettare te stesso?
      Naomi Covolo
      Composta domenica 6 ottobre 2013
      Vota la frase: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di