Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Monica Gorghetto
I miei occhi catturano le immagini di un autunno sbiadito e di un inverno che desidera fare breccia sul suo cammino.
Piccoli passi stamani lungo una via solitaria in cerca di me... dentro il volto nascente di un 'alba ancora addormentata.
Gocce fragili di pioggia sul mio viso lo profumano del ricordo di te...
e piango lacrime che si nascondono con le gocce di pioggia...
Nel silenzio puro del mio osservare meditativo si trova quella correlazione infinita, quel potere illimitato dove tutto ha avuto origine, e dove le cose sono inseparabilmente collegate...
io te e la natura, da lontano tu mi vieni incontro...
Composta giovedì 4 febbraio 2010
Vota la frase: Commenta