Scritta da: Michelangelo Blanco
L'umanità, con la sua fatica evolutiva, è un serpente che si morde la coda. Se invece rinunciasse l'uomo, per un istante, se ne trovasse la forza, alla propria fatica, se si fermasse a meditare in nuova guisa, esterna al corollario di mansioni da lui e per lui confezionati nei "laboratorio delle discriminazioni", separato dai sé delle oscure tradizioni, in quell'istante - congelata ogni "esperienza" - gli apparirebbe chiaro tutto ciò che ora sta aldilà dei proprio orizzonte, aldilà di tutto. Allora scoprirebbe di essere egli stesso aldilà.
Michelangelo Blanco
Vota la frase: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di