Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Maria Auriemma
Nasce tutto dopo le 23.00. Ogni pensiero, lettera, poesia le nostalgie, la malinconia. Le mancanze, quelle non le combatti, non da sola. I messaggi, quelli che si scrivono con le lacrime agli occhi, quelli fin troppo veri e dolorosi per essere inviati. E crolli, eccome se crolli. Crolli, ti penti e si finisce per non dormire più.
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Maria Auriemma
    Sono del parere che non esista scusa più banale del "il tempo ci ha cambiati" per giustificare l'indifferenza. Il tempo, da solo, non cambia una persona o addirittura i sentimenti. Non è il tempo a decidere per te, non sono casi, non sono coincidenze, sei tu che scegli. Siamo noi ad aver scelto di esserci indifferenti. Le "non decisioni" prese arrivano solo quando non si ha il coraggio di mandare avanti o troncare un rapporto. E noi non abbiamo avuto coraggio di andare avanti, ma nemmeno indietro. Abbiamo preferito l'indifferenza, che poi è la scelta più stupida che due persone possano prendere.
    Composta martedì 6 ottobre 2015
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Maria Auriemma
      Ma sapete una cosa? Il problema sono io. La colpa è mia, mia e basta. Sono io a credere determinate cose, io a cambiar umore per ogni piccolo dettaglio. A volte anche assurdi. Se le persone mi parlano in un certo modo, più affettuoso, io ci credo. Se si distaccano, se son più freddi, lo stesso. Per colpa mia. Se mi si viene data qualche attenzione in più, più di un abbraccio dalla stessa persona, più di un bacio sulla fronte, sui capelli, se passa per la radio più di una volta la stessa canzone, lui la canta guardandomi, io ci credo. Credo ai dettagli. Io mi affeziono. Io inizio a pensare a quei piccoli gesti, di mattina, di pomeriggio, di sera. La colpa è soltanto mia, ci casco. La colpa è mia che so di affezionarmi subito alle persone, nonostante sappia già di sbatterci la testa. Nonostante sappia di farmi male. Nonostante tutto.
      Vota la frase: Commenta