Scritta da: lafiorentina
Spirito bevve l'ultimo sorso di caffè.
"Chi si accontenta gode. Si dice così, no?"
Qualcosa di azzurro e inspiegabile scese nelle stanze più profonde di Spirito. Spalancò il cancello con un calcio e si sedette nel centro dell'anima, spargendo il suo colore. La voce di Giada arrivò da un angolo di paradiso.
"No, Spirito. Chi si accontenta muore. Almeno secondo me."
Guido Mazzolini
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: lafiorentina
    Spirito gettò gli occhi nel cielo, lasciandoli andare come due passeri liberati. Era alto e luminoso, lontano, eppure così vicino da poterlo toccare. Sembrava una distesa di acqua trasparente e in quel mare capovolto sopra la sua testa si sentì talmente piccolo da perdere il fiato. Seguì il volo lento di un'aquila reale e osservò incantato le grandi ali immobili, erano mani aperte che solcavano le nuvole.
    Guido Mazzolini
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: lafiorentina
      L'amore è azzurro. Non può essere rosso, quel colore appartiene a troppe canzoni o a qualche romantica poesia d'appendice. È azzurro come il cielo dopo un temporale, tenue e screziato di bianco, terso e splendente di luce. Azzurro è lo sguardo buono di una persona amica, è l'acqua di un fiume che irrora la terra e la feconda. Azzurro è il colore della camicia che indossava quel ragazzo con l'orecchino, un cioccolatino nella mano e una margherita nell'altra.
      Guido Mazzolini
      Vota la frase: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di