Scritta da: Giorgio Baiardi
Quante persone passano, quante sono dimenticate, quante non hanno saputo darti un brivido, quante ti hanno sfiorato in superficie senza dare nulla di sé.
Le puoi contare sulle dita di una mano quelle che hanno segnato un solco nella tua vita.
Ma nella vita passata forse solo leggeri ricordi.
Un insieme di banalità, nei nobili sentimenti, nel bene e nel male.
Il cambiamento forse è una dote tra le più difficili da ottenere e attuare.
Un progetto da creare. Per lasciare il segno si deve osare e rischiare, trasgredire le regole, talvolta ignorare i propri sensi di colpa.
Per raggiungere i propri scopi ed i propri obbiettivi, si deve elaborare nella mente, una via d'uscita. Perché non si può vivere solo per morire.
Giorgio Baiardi
Vota la frase: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di