Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Sereno notturno
Rimane quella lucida follia della persona ancor prima del pensiero, perché non si fonde con nulla che sia contrario alla volontà d'esistere, mi conosco e mi ripulisco di ogni refuso di pacata solitudine, per immettermi nella carreggiata più veloce della volontà. Parevano tempi difficili, quelli che si paravano davanti, ma concretamente secernevano solo un motivo di lento restio dei pensieri. Accomuno le difficoltà finite, con il desiderio di scalata dell'impossibile, anzi a dir comune non esiste l'impossibile se non nei nostri pensieri.
Composta venerdì 7 marzo 2014
Vota la frase: Commenta