Delineo i tuoi contorni di quadro mimetizzato fra carta da parete.
Come dita i miei occhi scorrono sul tessuto sinuoso del nero burqa da te indossato per celare quella pelle resa bianca dalle piastrine intente a rimarginare le ferite di cui è cosparsa.
Di un cielo trafitto da proiettili stellari, sei la perla nera.
Federica Astolfi
Composta lunedì 15 marzo 2010
Vota la frase: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di