Frasi di Fabio Privitera

Consulente informatico, nato lunedì 24 aprile 1978 a CATANIA
Questo autore lo trovi anche in Poesie, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Fabio Privitera
Cosa mi manca adesso? Nulla di solido, che si possa afferrare, ma qualcosa che si possa sentire. Mi manca la spontaneità di un bacio, del primo bacio. Quell'attrazione che senti negli occhi mentre osservi le sue labbra, cercando di non farglielo notare e provando a capire, dallo sguardo, se ha quel tuo stesso imbarazzo. Non mi manca il bacio in sé, le labbra sulle labbra, il gusto di un'altra bocca, ma il sapore della sensazione che lo anticipa. Poi accade, ed è bellissimo. Se non accade, hai almeno volato su un'emozione rimanendo appeso a quelle labbra.
Fabio Privitera
Composta martedì 8 settembre 2015
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Fabio Privitera
    C'è chi non ha solo gli scheletri nell'armadio. Lei nell'armadio teneva i vestiti di un altro. Di lui. Li teneva temendo che, se li avesse buttati, dato fuoco o venduti, lui non sarebbe tornato, eppure non lo cercava, presa dall'orgoglio di non sconfessare la propria scelta di mandarlo via. Così lì conservava e, ogni tanto, li indossava una sua camicia per dormirci dentro, sperando che lui la sentisse attraverso i sogni e tornasse su quei passi in cui lo aveva accompagnato.
    Fabio Privitera
    Composta lunedì 14 settembre 2015
    Vota la frase: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di