Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Dino Di Girolamo
Stavo pensando a quest'ora della notte che il Dalai Lama diceva: "Nessuno è nato sotto una cattiva stella, ci sono semmai uomini che guardano male il cielo?"
In ogni istante abbiamo la nostra vita tra le mani, sta a noi decidere cosa farne, il problema è che spesso non sappiamo come muoverci e cosa vogliamo esattamente: come uscire dall'impasse?
Come uscire dall'impasse: con l'accettazione del proprio karma, e comprendendolo capire che è tutto dentro di noi ed è in noi anche il potere di mutare il proprio destino. Comprendere profondamente quanto dipenda sempre tutto da noi, quindi non piangersi addosso, non lamentarsi, non incolpare, bensì iniziare una trasformazione dall'interno all'esterno di noi stessi che si rifletta nel mondo esterno. Ed ancora: provare compassione per se stessi, cioè amarsi ed accettarsi come si è, cercando costantemente di migliorarci lì dove manchiamo, e di distribuire bellezza lì dove la riconosciamo in noi.
Gli occhi possono scegliere dove orientarsi, ma la scelta parte dalla nostra mente/cuore.
Non ci domini l'indifferenza, quella che ci piega e ci fa guardare in basso, ma la grandiosità di guardare in alto, verso ciò che è puro e che ci fa onore di essere osservato.
L'onore e l'amore saranno sempre reciproci.
Composta venerdì 16 marzo 2012
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Dino Di Girolamo
    Dico al mio cuore di non tacere mai, al mio sorriso di non spegnersi mai, ai miei occhi di continuare ad amare... Sogno tenerezza... una carezza sul mio volto, la tenerezza di uno sguardo, la gioia infinita di un incontro, la dolcezza di ogni parola, una voce che mi entra nel cuore, sogno la tenerezza di un bacio rubato, di un momento infinito... Sono sempre stato folle!... e voglio rimanere tale.
    Composta mercoledì 7 marzo 2012
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Dino Di Girolamo
      Io non vorrei che nessuno fosse estraneo di nessuno... vorrei che tutti fossimo se non amici, fratelli, almeno conoscenti... questo mondo lo viviamo tutti nel bene e nel male... se scappa un saluto o solo quattro parole, che male fa?... eppure tutti guardano stupiti chi li saluta solo perché "non lo conoscono"... pensare alla vita di qualche decennio fa, dove i paesi erano piccoli, la gente poca e tutti conoscevano tutti... se succedeva qualcosa non rimanevano inermi a guardare ma uscivano dai loro "nidi" anche solo per curiosare... e poi intervenivano se era il caso di intervenire... e la buona educazione, che ora si va perdendo, obbligava a un "grazie" e da lì nasceva tutto... si davano dei soprannomi per dividere e riconoscere subito una persona e farla unica in mezzo a tante... soprannomi simpatici non offensivi come capita ora... che bello se tornasse quel mondo... se si potesse abbracciare qualcuno senza che pensino male, ma solo perché è un amico, un conoscente, qualcuno che ha incrociato la nostra vita.
      Composta mercoledì 7 marzo 2012
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Dino Di Girolamo
        Si rinuncia solo quando si è in grado di capire che non vi sono altre strade possibili, quando invece il destino ti mette di fronte ad una realtà che non ti aspettavi e che quella realtà è presente e tangibile, quella che sai può portarti in cima al mondo, quella è l'unica strada che può condurti alla felicità allora niente si frappone e, in quel momento, tutto il resto non conta più. Non sempre vale il detto chi lascia la strada vecchia per la nuova sa cosa lascia ma non sa quello che trova! Spesso può trovare molto meglio!
        Il brutto è quando invece credi di conoscere una persona e ad un tratto senza motivazioni apparenti sbatti contro un muro di indifferenza, ma si sa, questa è la vita, non si impara mai a conoscere gli altri e, quello che sconcerta è quando capisci che gli altri non sanno leggere in fondo alla nostra anima.
        Composta mercoledì 7 marzo 2012
        Vota la frase: Commenta