Questo sito contribuisce alla audience di

Vertigine.
Veloce corre giù dallo stomaco e risale fino a riderti nel cuore.
Denti bianchi e labbra grosse.
Una scossa di piacere, un orgasmo, un lunghissimo abbraccio impregnante.
Come qualcosa che viene dal passato ed ha il buon odore dei capelli di mia nonna, o il dopobarba di nonno alla domenica mattina. La crostata appena sfornata di mia madre.
Così sei tu.
Meravigliosa vertigine.
Meravigliosa crostata dei miei ricordi più dolci.
Ogni volta raggiungo emozioni ed aggiungo valore a questa mia storia.
A questa mia storia di me.
Non c'è me senza noi.
Così sei tu.
Vertigine.
Naso. Stomaco. Cuore.
Stomaco. Cuore. Naso.
Cuore. Stomaco. Naso.
Cuore.
Naso Naso.
Farfalle.
Composta giovedì 18 novembre 2010
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: F4B10Z
    Tempo, quell'infinitesimale particella dell'io più profondo.
    Cruccio dei giorni miei, tesoro del futuro.

    Tocca ogni istante, come utopia nel cuore e trai da esso ogni gioia, perché fugace, tornerà subito a passare lasciandoti solo in quell'abisso chiamato vita.

    E delle lancette, fisicità del tempo, lascerà solo uno sbiadito ricordo nei meandri della tua anima.
    Composta lunedì 15 novembre 2010
    Vota la frase: Commenta