Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Daisy68
E l'ho amato, come l'oscurità ama la notte, un tutt'uno, un completamento. L'ho amato lentamente e profondamente come un sonno tranquillo e leggiadro da cui non vuoi svegliarti mai e poi mai, l'ho amato come un sogno, un sogno da cui non volevo uscire solo per paura di non realizzarlo, e ho avuto il timore che il mio amore facesse parte di una fugace fantasia ma, ahimè, questo amore forte e sconvolgente non può essere frutto della fervida immaginazione dell'uomo, è impossibile, perché ho sentito la mia mano sulla sua, le sue labbra sovrapporsi soavemente sulle mie rubandomi un timido bacio, e in quel momento l'ho amato e l'amerò, ancora e ancora.
Vota la frase: Commenta