Scritta da: Alessia S. Lorenzi
Amiamoli. Amiamoli sempre, anche quando hanno torto, anche quando ci rimproverano e non siamo assolutamente d'accordo con loro. Amiamoli anche quando il loro passo appare fragile e la loro mente naviga in balia del tempo, che ruba loro ricordi e pezzi di vita presente. Amiamoli anche quando ci guardano silenziosamente senza parlare o quando i loro occhi stanchi si chiudono sempre più spesso per brevi sonni, perché il giorno appare troppo lungo, proprio come ai bambini nati da poco. Amiamoli quando brontolano, quando si lamentano dicendo che nessuno si ricorda di loro, amiamoli anche quando fingono di star male, pur di attirare la nostra attenzione. Amiamoli, quando, come bimbi capricciosi, rifiutano di prendere le medicine per curare quei malanni, immancabili "regali" del tempo che passa. Amiamoli anche quando ci svegliano di notte per comunicarci qualcosa di poca importanza, che è solo un pretesto per sentirci. Amiamoli e basta e non poniamoci problemi, non pensiamo se siano stati o no dei genitori attenti e premurosi, se siano stati i genitori che avremmo voluto, amiamoli e cerchiamo di essere i figli che noi stessi vorremmo.
Alessia S. Lorenzi
Vota la frase: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di