Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti

4
postato da , il
E' d'obbligo riportare quanto sosteneva il maestro (Neruda):

"Quando la spieghi la poesia diventa banale, meglio di ogni spiegazione è l'esperienza diretta delle emozioni che può svelare la poesia a un animo predisposto a comprenderla"
3
postato da , il
Consentimi di manifestarti il mio disaccordo stella...
chi scrive carica di significato le parole dando vita ad una poesia, queste rimarranno per sempre SOLO parole se chi legge non è in grado di farle sue. Se chi legge non riesce a provare delle emozioni, la poesia ha perso il suo senso e smette di essere tale.
Ci tengo a sottolineare che la cosa fantastica della poesia è quella di consentire a più persone di interpretarla in modi diversi!! Odiosi sono i commenti delle poesie dei grandi maestri della letteratura italiana, leggere in quel modo è molto riduttivo.
Apriamo noi stessi alle parole,facciamole nostre a "modo nostro" senza preclusioni, senza essere condizionati da nulla..in questo modo ognuno vivrà le giuste emozioni, diverse per ogni persona,leggendendo le stesse identiche parole!
Brutto a mio parere pensare che fosse vero quanto tu dici che poesia è solo se riesci a cogliere le stesse emozioni di cui l'autore ha voluto caricare il testo.
P.S. E' solo una mia opinione personalissima!
2
postato da , il
Si stella,ma tu impara a scrivere.. l'ha scritta!!
1
postato da , il
PENSO KE LA POESIA SIA DI CHI LA SCRIVE PERCHè SOLO L AUTORE DELLE PROPRIO EMOZIONI POTRà COMPRENDERE AL FONDO OGNI SIGNIFICATO DELLE PAROLE CONTENUTE NELLA POESIA.
INOLTRE PER POTER DIRE CHE LA POESIA è DI CHI LA USA BISOGNA PASSARE O PROVARE LE STESSE EMOZIONI DI CHI LA SCRITTA ...!!

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti