Racconti di Concetta Antonelli

I am casalinga, molte riserve e qualche optional, nato a Monopoli, bari (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie e in Frasi per ogni occasione.

Scritto da: Concetta Antonelli

Fuori dalla porta

Lampioni gialli sulla mia strada.
Danno un'aria di deja vu alle cose.
Gli alberi di Giuda sono ancora marrone-inverno, ma se li guardo da vicino le gemme sono turgide e suggeriscono vita imminente.
Una vecchia bici, legata a un palo da una catena con lucchetto, sfida i ladri, sembra dire...
[continua a leggere »]
Concetta Antonelli
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Concetta Antonelli

    Il barbone

    L'uomo è lì, riverso a terra sul marciapiede sporco, prono lungo le colonnine del sottopassaggio della metro. Nemmeno il braccio gli protegge il viso dal contatto con l'asfalto. La guancia, con la barba lunga e a chiazze, tocca i mattoni grigi; gli occhi sono chiusi, i capelli ispidi e sporchi... [continua a leggere »]
    Concetta Antonelli
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Concetta Antonelli

      Il campo d'oro

      C'era una volta un uomo di nome Tano, così magro, ma così magro, che quando il vento soffiava forte, i vestiti gli sbattevano addosso come una bandiera al suo pennone. Tano era povero, portava abiti dimessi e rattoppati con stoffe multicolori, una corda gli legava i calzoni alla cintola e, da un... [continua a leggere »]
      Concetta Antonelli
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Concetta Antonelli

        Il libriccino rosso

        Era un libro piccolo e ormai malandato, forse perché era passato per tante mani...
        Per prima, lo aveva avuto Anita.
        Anita aveva quindici anni, un faccino di porcellana, i denti un po' storti e la fissazione di essere grassa.
        Il libro glielo aveva regalato un'amica di sua madre: Elena, una con...
        [continua a leggere »]
        Concetta Antonelli
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Concetta Antonelli

          Il presepe

          Maddalena abitava sulle colline pietrose della Murgia, quasi al confine con la Lucania.
          Colline aspre, segnate dal tempo, un tempo antico.
          Antica era la sua casa di pietra, un trullo, antico il volto di suo padre, pastore come il nonno, antico il viso di sua madre, segnato da un lavoro duro...
          [continua a leggere »]
          Concetta Antonelli
          Vota il racconto: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di