Anonimo


in Racconti (Anonimo)

Inutili aspettative

E poi ci sono loro, le persone a te care, un tempo unite non solo da un vincolo di sangue. Loro che poi ti deludono, fino a starci male. Inizi così ad innalzare un muro, un muro dove, ad ogni metro, provi a fermarti, sperando che arrivi qualcuno deciso a scavalcarlo. D'altronde, cosa vuoi che... [continua a leggere »]
Vota il racconto:
Scritto da: nonename
in Racconti (Anonimo)

Sogno#1

Sorrideva. Le unghie lucide creavano un riflesso abbagliante, che si aggiungeva a quello del calice di vetro, del vino porpora, delle posate. Era più che altro un ghigno, come se per un attimo, un attimo solo, si fosse aperto un varco nella sua anima, ed attraverso i suoi occhi riuscisse ad... [continua a leggere »]
Composto lunedì 26 maggio 2014
Vota il racconto:
Commenti:
3
Scritto da: amber
in Racconti (Anonimo)

Tu

Oggi ho visto una persona che ho scambiato per te; questo è bastato per farmi fermare il cuore e vibrare l'anima. Avevo e ho bisogno di indicazioni per andare avanti e ho ricordato quando tu per me rappresentavi tutto ciò che era giusto e bello. So di non averti seguito fino infondo, so che quel... [continua a leggere »]
Composto sabato 15 febbraio 2014
Vota il racconto:
Scritto da: Hannele
in Racconti (Anonimo)
Cieca, la cecità più assoluta: cecità di occhi, cecità di cuore, cecità di sensi. Questo colore ti colpisce come un anestetico, un colpo duro e frenetico. Ti preserva, ti riserva, ti aliena come se fossi un piccolo buco nero in mezzo a infinita e tempestosa luce. Tenero, un gioco di piccole... [continua a leggere »]
Vota il racconto: