Questo sito contribuisce alla audience di

Muto apparire

Fuggita e celata
tra la nebbia gelata
di questa serata,
non sono più andata
oltre il respiro
né al di là del confine
del muto apparire.
Sono restata
qui raffreddata,
avvolta in ricordi,
a te ancor rivolti.
Mi sono fermata
a guardare e a scoprire
il lento venire
di stagioni annunciate,
vissute e passate.
Immagino il tempo
di là trasformato,
in calde emozioni,
aspettando per ore
ancor tue parole,
tra i raggi del sole.
Vota la poesia: Commenta