Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Simona Giorgino

Insegnante, nato giovedì 9 gennaio 1986 a Casarano (LE) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Racconti.

Scritta da: Simona Giorgino

Spine

Spine ora crescono
laddove le tue eteree dita
carezzavano il lino setoso
di una pelle fanciulla.
Sono le spine della coscienza,
spine di alloro,
di rosa,
di fiore seccato.
Spine di un lembo
di terra mia e
di un lembo di terra
che non mi spetta,
di un orto
innaffiato dall'estrema
dolcezza tua
che mi sfiora
e mi preme
sul fondo di un animo
senz'armi.
Animo che odora
dei frutti
che colsi con cura
e che attendono
la tua mano,
la tua mano salda e pigra
che hai ritratto
di colpo
nel recinto di casa nostra.
Fuori attendo
come una spina afflitta
dal trafiggere suo
duro e malinconico.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Simona Giorgino

    IL sogno d'allora

    Cerco un frammento
    di cielo
    e un brivido che scorre
    per prenderne ancora
    anche quando è tardi
    di ciò che cresceva.
    Si figura futuri migliori
    e poi si tradisce
    la mente.
    Un attimo dopo
    tutto è distrutto
    come il sogno d'allora,
    per poi spiegarsi
    le ali d'un pensiero
    che fugge
    e d'una speranza
    che trema d'amore
    ma soffre e s'addolora
    un cuore tessuto
    dalle pieghe di quel tempo
    che minacciava morte.
    Estati e inverni
    e stagioni e giorni
    e il tempo non morì
    sul cuore ancor fanciullo
    ma sui frutti maturi
    di un'età cosciente.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Simona Giorgino

      Scacchi

      Pedine mosse al vento,
      spifferati segreti del giorno della scoperta,
      di quando fummo nati nelle mani fredde della vita,
      di quando fummo freddi nella terra;
      segreti mai detti
      volati via
      pallidi e giallastri
      negli occhi tuoi celati.
      L'amore era triste allora
      e fuggiva dalle membra nostre.
      Pareva fosse l'ultimo
      invece era solo iniziato
      il gioco della vita
      lo scherzo del destino
      la mossa, l'ultima mossa,
      sugli scacchi dell'esistenza.
      Vota la poesia: Commenta