Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Silvana Stremiz

Nato martedì 12 luglio 1960 a Port Arthur (Canada)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Silvana Stremiz

Amore in Saldo

Non offro più amore
non gioco con le parole
non c'è posto
per i sentimenti.
Scaldiamo il freddo
di un momento
con la verità del sesso
senza inutile bugie di parole.

Le frasi eclatanti
le lascio ai sognatori
a quei poveri poeti
che investono il cuore
ci lasciano l'anima
raccolgono frammenti.
Un telefono usa e getta
per sparire più in fretta.

Una partita fredda
cruda e spietata
di pura passione
senza troppi impegni
né false promesse.
Fatta di sguardi
di champagne
di trasgressione.

Niente amore
troppo complicato.
Pelle contro pelle
il sangue che scorre
i respiri si confondono
storditi dai sensi
Il consumarsi di una notte
Ecco...
L'alba che sorge
il tempo è scaduto
Addio.
Composta domenica 4 dicembre 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz

    Con Gli Occhi Della Verità

    Ora ti guardo con gli occhi della verità
    Vedo tutto senza false illusioni
    Ho preso il treno sbagliato
    ancora un viaggio nel ridicolo
    a farmi incantare da belle parole
    Regina per un attimo di mille illusioni.

    Com'è stupido il cuore
    ascolta sempre quello che vuole
    non vede né sente l'evidente
    Quando è in preda alla passione
    il nero appare bianco
    il mare è senza sale
    e il cielo senza nuvole
    anche quando piove.

    Ma poi...
    arriva sempre l'ora della verità
    si scatena come il vento della tempesta
    s'innalza l'onda col sapore del sale
    il bianco si tinge di nero
    e Dio quanto fa male mentre
    il cielo si riempie di nuvole
    e scende lentamente quella lacrima amara
    che si chiama consapevolezza.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Silvana Stremiz

      Ti Porterei Fra Le Nuvole...

      Se avessi in dono
      "il potere"
      ti coccolerei all'infinito
      fino a "restituirti" bambina
      a quel mondo innocente
      fatto di giochi e fantasie,
      con quel sorriso furbo
      di chi ha le porte del mondo
      spalancate davanti a sé.
      A quei giorni felici
      mentre mescolavi la fantasia
      e chiamavi mamma,
      mentre rincorrevi il papà.
      Ti riempierei le tasche di sogni
      cancellando la realtà.
      Ti stringerei a me all'infinito
      per ritrovarmi in quel dolci abbracci
      del passato dove tutto doveva
      ancora magicamente dipingersi.

      Se avessi il dono trasformerei
      in diamanti quelle lacrime
      che ti scavano l'anima,
      che ti fanno sentire piccola
      mentre sei "Davvero Grande".
      Ti porterei fra le nuvole
      ad accarezzare quel soffice sogno
      che è tornare bambina,
      e ripartire da zero
      fra Barbie e peluche.
      Invece non posso,
      posso solo stringerti
      forte a me oggi, guardarti
      piangere o trattenere le lacrime
      spaccando con amore e rabbia
      quella disperazione che ti avvolge
      finché il sogno di domani
      ti abbraccerà.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Silvana Stremiz

        Ci sono Parole... Ci sono Silenzi

        Ci
        sono vuoti che
        le parole colmano,
        altri che le parole scavano.

        Ci
        sono silenzi che
        sono un dono
        altri che uccidono
        che non hanno senso.

        Ci
        sono parole giuste
        parole sbagliate
        parole dette o taciute
        per non fare del male.
        Parole attese, sospirate.

        Ci
        sono parole...
        Ci
        sono silenzi...
        Un "ci sono" mancato
        un "mi dispiace"
        non pronunciato.
        Un "sospeso" non colmato.

        Ci
        sono silenzi che attendono
        l'arrivo di una spiegazione
        per poter spegnere il tormento
        di quei perché senza senso.
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Silvana Stremiz

          ... Addio

          Libero
          la mia anima dalla tua.
          Sciolgo
          le catene dell'attesa.
          Mi libero...
          di...
          Quelle parole non dette
          di...
          Quel silenzio che uccide.
          Del...
          rumore del niente
          che toglie il respiro.

          Libero
          la tua anima dalla mia.
          Da
          quelle lacrime eterne
          che
          sembrano non aver fine
          che
          mi danno il tormento
          ti danno il tormento
          che
          ci tolgono la vita.

          Ti dono la libertà
          di volare via
          con un semplice
          ... Addio.
          Vota la poesia: Commenta