Questo sito contribuisce alla audience di

Che senso c'è?

La mia schiena si veste di vento
quando per caso incontro il mare,
si avvicina con le sue onde,
poi inizia a indietreggiare.
E oggi somiglia a ieri
con questa faccia
con le promesse perdute
che non riconosco più.
L'acqua scorre nel mare
non sta mai ferma
proprio come me.
E di cosa sono fatti i miei sogni?
ne ho regalate di lacrime al vento!
Voglia di perdere a botte il mio io
se anche stanotte non dormo.
Ore per rimpiangere
che la carezza è un dono
ed è sacra come il pane
ma perché giace ancora
il pensiero senza sogno?
Sola a guardare
quella cretina di spiaggia
che si agita
lamento sugli scogli.
Poi l'idea
e spero in lei,
sarà laccio stretto al mio cuore.
Agitato pensiero
ora fermati
e inizia a disegnare
la chiave giusta
per questi occhi
che non voglion più parlare.
Vota la poesia: Commenta

    Un grande prato

    Tremula preda del passato
    lo ero
    poi passò il falco
    con il raggio dei suoi occhi
    sciolse il nodo mio dell'anima.
    Il falco fu uomo,
    l'uomo il deserto.
    Ero solo un sasso
    e le sue giudiziose mani
    mi bagnarono nell'oro,
    le mie vecchie lacrime
    le rifugiò sotto la terra.
    Il suo canto
    mi cullò tutta la notte
    regalandomi il suo prezioso calore.
    E restituì
    quel fiore nato sull'asfalto
    alla terra.
    Forse un giorno
    nascerà un grande prato
    e non saremo più soli.
    Vota la poesia: Commenta

      Donna veleno

      Donna veleno
      aveva un sogno,
      ma un fottuto bastardo
      mentre lei era in volo,
      sparò le sue ali...
      Violento fu l'impatto con la realtà.
      Ma poi lei aprì gli occhi
      solo poche mani
      la purificarono dal fango.
      Un giorno lei si alzò...
      Si innamorò ancora più forte!
      Si innamorò della solitudine,
      si innamorò degli alberi,
      e del canto degli uccelli.
      E si innamorò dell'amore.
      Ebbe ancora il coraggio
      ancora una volta
      di amare l'amore.
      Poi lei prese la sua spada
      cominciò a squarciare gli ostacoli,
      sanguinando,
      tracciò la sua evoluzione.
      Lei
      si voltò indietro
      e scoprì
      che la sua ombra
      era svanita.
      Vota la poesia: Commenta

        Viaggio nell'inconscio

        So che ci sono immagini
        che non si posso svelare.
        So che ci sono
        oltre la barriera
        dei sensi,
        nel afasia
        e nell'immobilità del corpo.

        Un viaggio parallelo,
        uno stato di inconscio,
        più evoluto.
        Mi racconta
        il potere dell'anima.
        Oltrepassa il sogno,
        prende forma
        una luce abbagliante,
        fa divenire immateriale
        ogni atomo.
        E riapro gli occhi
        per fame.
        Vota la poesia: Commenta

          Arriverai

          Non ho nessuno
          ma è come se sentissi
          cadermi addosso anime tristi.
          Ho una valigia vuota
          d'avanti alla porta...
          e non me ne ero accorta
          che stesse aspettando me
          perché lei
          attendeva me.

          Nel pomeriggio ho incontrato
          il mare
          mentre il cielo stava per abbrunare
          e il vento tirava le sue labbra
          e mi parlava d'immenso.

          Con gli occhi lucidi
          e i piedi di sabbia
          ti ho scritto ancora
          ho scritto ancora a te...
          ho ideato il tuo nome
          quando giungerai
          mi porterai
          nel tuo arcobaleno.
          Vota la poesia: Commenta