Poesie di Nino Lo Iacono

Pensionato, nato sabato 13 agosto 1949 a Patti (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi.

Scritta da: Nino Lo Iacono

Con te

Con te sulle onde del mare
per cercarmi, vorrei viaggiare;
Rotolarmi su distese di neve
fino ad incrociarti e rimanere travolto
dai sensi e ritrovarmi;
Saldamente legato al tuo paracadute
atterrare con te
su un prato in fiore,
per stordirmi, ritrovarti e lì rimanere,
lì dove nessuno verrà a chiederci
chi siamo.
Nino Lo Iacono
Composta domenica 22 gennaio 2012
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Nino Lo Iacono

    Il silenzio

    Senti?
    No, intorno impèra il silenzio,
    quello che gli alberi assecondano
    con le note poggiate sui rami
    che la brezza scuote e rigenera ogni mattino.
    Senti... le melodie mute del silenzio
    che ti fanno vibrare celate corde
    e l'animo sollecita ad andare oltre
    con il pensiero.
    Oltre, a scrutare il cuore del silenzio
    che roboante
    t'invade la mente e indaga
    a cercare l'essere nato da esso stesso.
    Ascoltalo il silenzio, unico dolce
    compagno dei momenti più intimi
    e dei giorni più lunghi.
    Nino Lo Iacono
    Composta sabato 23 novembre 3011
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Nino Lo Iacono

      Delusione

      Ti seguo con gli occhi speranzosi
      e cerco di indovinare la tua meta
      fra la folla sghignazzante e serena,
      forse parte con te apparentata,
      così almeno appare agli occhi di chi ha la mente gravida
      di tristezze e ingombra di pensieri.
      Non lasci tracce a me visibili
      sulla rena bianca, giaciglio per attimi di travolgenti amori
      subito levigato dalla monotona risacca,
      effimeri sentimenti di sapori estivi.
      Le onde del mare sembrano tristi melodie
      a chi nel cuore ha ferite vecchie e incancrenite.
      Mi passi davanti felicità, o ingrata e estranea,
      a me lontana da sempre e ti tuffi in quell'onde
      che mai mi videro amico, per non più trovarti;
      ne ero certo.
      Nino Lo Iacono
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Nino Lo Iacono

        Eternità

        So che il mondo gira attorno a me,
        ma, come ad esso estraneo, solo,
        non ne subisco il movimento.
        Un cerchio mi pare questa vita.
        da sola s'insegue ogni giorno,
        dall'alba al tramonto, da luce ad ombra,
        dallo spuntar delle stelle al loro perdersi;
        piano le riassorbe l'universo ignare e mute
        come ce le ha offerte al cader della sera.

        Monotono, vizioso
        questo susseguirsi di tempi sempre uguali.

        Gira su se stessa l'esistenza in cerca di speranza.
        Il dopo è nel credo di ciascuno,
        il certo nel corporeo.
        Qui si spezza il cerchio e spirale diventa
        verso un infinito che non vedo, ignoto, inconoscibile,
        ma verso cui l'animo anela,
        per unirsi ai cerchi che lassù m'appaiono
        e, come spirali, all'alba di ogni giorno
        nell'etere sfumano, lasciando la speranza di ieri,
        viva, protesa a riguadagnar la vita
        in un cerchio nuovamente chiuso,
        ma finalmente solo tuo, per sempre.
        Nino Lo Iacono
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di