Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Moira Fogli

Sognatrice
Questo autore lo trovi anche in Racconti.

Scritta da: coccinella 80
Non è pace la mia
è silenzio
che segue la battaglia cruenta.
Sulle pire ormai spente
bruciò il nostro amore
offerto in sacrificio alla vita
offerto sull'altare del Dio
che ci negò ancora un giorno.
Riconobbi tra le macerie
la mia anima riversa
tra rivoli di sangue
e sogni fatti a brandelli.
Non può la notte
lenire il dolore
e le lacrime sono sale
su ferite ancora aperte.

Non è pace la mia
è silenzio
affidato al vento
perché copra le distanze
perché vinca l'attesa
e riporti a me
almeno il tuo odore
almeno un tuo sussurro
quando il sonno ti vince
e il tuo essere riposa.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: coccinella 80

    Della tua assenza

    Soffoco i sorrisi
    ripensando alle carezze
    perché quando non hai cibo
    può renderti sazio anche il ricordo
    Sulle mie mani
    porto i segni del mio dolore:
    non bastò un giorno
    ritornare viva dall'inferno;
    io anche ora mi immergo
    nella palude dell'oblio
    ma chi conobbe
    il sole non si rassegna
    alla nebbia.
    Non filtrano i raggi
    dei sorrisi distratti;
    più ancora sento
    il gelo della notte
    perché senza il tuo riparo
    non so badare a me stessa.
    Non supplico ormai
    un tuo ritorno
    perché pure la speranza
    diserta la mia sera:
    siedo di fronte al sole che muore
    e attendo la mia ora.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: coccinella 80
      Si toccarono le nostre ombre
      un giorno sulla spiaggia.
      Si intrecciò il nostro tempo
      come mani che si sfiorano.
      Morì sulle tue labbra
      il mio sorriso
      e le mie parole
      le affidai al vento
      perché le portasse
      al tuo orecchio:
      parole che non potevi sentire
      parole che non dovevo pronunciare.
      I tuoi giorni non mi appartengono
      e non sono miei i tuoi pensieri
      ma conservo la tua impronta
      impressa a fuoco
      sul mio petto
      e ne faccio il mio vessillo:
      per questo amore io tremo
      per questo amore io vivo.
      Composta venerdì 16 aprile 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: coccinella 80
        L'angolo perfetto disegnato
        dalla verità e dalla menzogna,
        tra la vita vera ed il sogno,
        tra quel che avrebbe potuto essere
        e quello che non sarà mai.
        La somma matematica
        di tutti i miei giorni
        di tutti i respiri che compongono
        la mia vita,
        meno gli istanti preziosi
        nei quali ho incrociato la tua strada
        moltiplicati per l'infinita
        nostalgia di te
        saranno sempre uguali alla mia esistenza
        senza la tua voce,
        uguali a tutti i giorni uguali
        della mia solitudine.
        Composta venerdì 16 aprile 2010
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: coccinella 80
          Manda i tuoi occhi
          ad accarezzarmi
          quando non sarai più vicino a me.
          Manda le tue mani,
          manda il loro profumo,
          manda il tuo sorriso,
          mandami le tue parole
          dolcissime ma non per ciò che significano
          per il loro suono,
          per il loro ritmo,
          e perché sono uscite
          dalle tue labbra schiuse.
          Manda il tuo ricordo
          e il ricordo del ricordo
          di te, perché possa consolarmi.
          Mandami un tuo gesto,
          mandami qualcosa di tuo
          che io non debba
          mai dividere con nessuno,
          che sia solo eternamente mio.
          Mandami ciò che rimane
          del tuo giorno,
          mandami i tuoi passi
          quando ti avvicini
          e quando te ne vai.
          Mandami il sole
          perché domani
          faccia ancora giorno
          ed io possa da te attendere
          ciò che mi manderai.
          Composta venerdì 16 aprile 2010
          Vota la poesia: Commenta