Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Martina Coccia

Questo autore lo trovi anche in Racconti.

Scritta da: Ilaria Mondani

La maestra Raffaella

Raffaella è una maestra
che ci insegna cosa resta,
che succede se sottrai
le buone azioni dai tuoi guai!
Questa è una sottrazione,
ora passiamo all'addizione:
somma te più amici e nemici
e cani insieme ai mici.
Se hai una scatola con le caramelle
e le vuoi dare alle tue amiche belle,
devi usare la divisione
che è un'altra operazione!
Quanta cioccolata?
Quanta marmellata?
Come fai?
Su, che lo sai!
Se in un biscotto ce n'è un grammo,
devi fare un semplice danno:
calcolare il numerone
e fare la moltiplicazione!
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Ilaria Mondani

    Francy

    Amica che ho conosciuto da poco,
    ma con cui volentieri gioco.
    Amica pazza per il calcio,
    così io forte la palla le lancio.
    Lei salta, la prende di testa
    e facciamo una gran festa!
    Lei a calcio sa ben giocare
    quindi inizia a palleggiare.
    Se ti dico che le voglio bene
    è perché lei mi sostiene.
    Non riesco a capire,
    la vedo venire...
    la palla sotto il braccio,
    mi dà un grande abbraccio.
    Nei suoi occhi verde scuro,
    vedo un cuore fresco e puro.
    I suoi biondi capelli mi fanno pensare
    al sole che cala sul mare.
    Amiche da poco, ma sembra da una vita,
    la nostra amicizia non sarà finita...
    neanche dopo la morte...
    ... quando l'oscurità aprirà le porte.
    I suoi occhi profondi come il mare
    a una persona dolce e buona
    mi fanno pensare.
    Non voglio lasciare lei,
    e le dico: tu sei,
    senza dire una bugia,
    più grande e forte di una magia!
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Ilaria Mondani

      Notte

      La notte può essere tenebrosa
      la paura in te scatena
      nulla è tinto di rosa
      non vuoi che finisca la cena.

      La notte può essere bella
      dolce e splendente,
      nel cielo brilla una stella
      non ti senti un perdente.

      La notte può essere luminosa,
      fresca e stellata
      la notte è meravigliosa
      pur se è gelata.

      La notte può essere di terrore,
      non riesci a dormire,
      ti può far venire il timore
      che improvvisamente puoi morire.

      La notte può essere bianca,
      dolce come una caramella
      ti senti molto stanca,
      ti senti come una stella.

      La notte può essere blu
      ti senti felice
      poi tu
      senti qualcun che ti dice...

      ... Dormi che è tardi...
      ti ricordi una persona
      non è di quelli testardi...
      è una persona buona.

      Cerca di incoraggiarti
      ti dice chi è
      cerca avanti di portarti
      e tu ti meravigli: è

      una persona speciale
      una persona che rispettata và,
      non ti vuole far male,
      è il tuo papà.

      Come un fantasma ti appare,
      non ti spaventa,
      lui ti vuole aiutare
      vuole che tu senta

      le sue parole:
      la notte è bella!
      Non vuole che tu abbia timore
      di una brillante stella.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Ilaria Mondani

        21 Giugno 2003

        Era una tranquilla giornata,
        mi trovavo a casa mia,
        è arrivata una telefonata...
        ... mamma è andata via...

        Non ero preoccupata,
        giocavo tranquillamente.
        Ero a casa con la tata,
        non pensavo a niente.

        Non pensavo fosse successa la tragedia
        che mi avrebbe sconvolto la vita.
        Avrei voluto spaccare una sedia:
        ormai la bellezza del mondo era finita.

        Non pensavo fosse successo
        ciò che avrebbe cambiato il mio modo di vivere...
        non pensavo che l'uomo sapesse
        non far nulla tranne che uccidere.

        Mamma tornò piangendo...
        era disperata.
        Prese il telefono tremando...
        fece una telefonata.

        Poi, mi spiegò tutto.
        Mi spiegò perche piangeva...
        ... così il mondo sembrò più brutto...
        era successo ciò che temeva.

        Dopo tanti, tanti giorni,
        attendo, sfogliando foto,
        che quella persona ritorni,
        di sentire un rombo di moto.

        In sogno mi è venuto...
        ... sorrideva...
        io così ho potuto
        sapere che non piangeva.

        Sol questo mi rendeva contenta
        e piena di speranza.
        La vita mi sembrava spenta...
        pregavo nella mia stanza.

        Ma mal è finita la situazione:
        addio all'allegria...
        è morto il mio Papone...
        ... se ne è andato via.

        Addio.
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Ilaria Mondani

          La mia vita con te

          La tua vita,
          la tua anima,
          è ormai finita.
          Tutto è ormai finito

          Ma il ricordo di te
          è ciò che di più bello ho in me.

          Il tuo folto capello
          non posso più toccare,
          il tuo buon odore
          non posso più sentire.

          Ma una cosa mi è rimasta:
          il tuo pensiero.

          Infatti posso parlarti,
          anche la mattina presto.

          Tu sul tuo bianco destriero...

          Sapere che mi ascolti
          mi dà gioia.

          Saper che nel cielo ti sposti,
          non mi dà affatto noia.

          Posso parlarti e ricordare i bei momenti...
          e tu, tutto trasformi in facce sorridenti.
          Vota la poesia: Commenta