Scritta da: Marilena Aiello

Nuova

Una valanga di passione
mi rende liquida
i miei confini si sciolgono
in rivoli di parole
in uno scorrere lucido
di mercurio caldo
in uno scivolare ruvido
di granelli di sabbia
il sole mi plasma
inglobo conchiglie
briciole di vetro colorato
ritagli di un tempo finito
poi arriva l'onda di mare
e con un suono e un vapore
mi raffredda all'istante
in nuove forme sinuose
in nuovi pensieri felici,
mosaico di vita e battiti
di lacrime brillanti
di sguardi, di attimi.
Marilena Aiello
Composta giovedì 9 agosto 2012
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Marilena Aiello

    Smarrita

    Un campo arato
    è il tuo volto tra le mie mani.
    Solchi colmi di ricordi,
    trascorse passioni, speranze fallite.
    E i tuoi sogni?
    Dove sono i tuoi sogni?
    Eccoli tutti qui,
    nei tuoi occhi brillanti
    nei quali si specchiano i miei.
    È bello il contrasto dei nostri confini
    la tua pelle terra bruna
    la mia pelle chiara luna,
    sempre timida al sole,
    ormai rapita dal tuo volto dorato.
    È il baciarsi dell'orizzonte
    cielo e mare, aria e scogliera
    nuvole e bosco, vento e corteccia.
    Si ferma il giorno, si arresta il tempo
    nel viaggio che adesso intraprendo.
    È un volo dentro i tuoi occhi,
    io inseguo scintille di luce
    come fari che accendono colori
    laghi d'amore, valli di fiori,
    tu alzi sipari segreti e perdo il ritorno,
    sono smarrita nel tuo mondo:
    esploratrice, prigioniera, regina...
    è già troppo tardi e dimentico tutto.
    Marilena Aiello
    Composta martedì 31 luglio 2012
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Marilena Aiello

      Bouquet di rugiada

      Ranuncolo e gelsomino
      timo, lavanda e rosmarino
      fresia e pomelia
      gardenia, rosa e cannella
      ed eccomi di nuovo sveglia.
      Un'intera primavera
      nel tuo gesto gentile
      per dirmi che è domenica
      per farmi sognare ancora,
      mentre con delicatezza
      agiti il piccolo fresco bouquet
      sul mio viso già sorridente,
      tenuto nascosto dal lenzuolo
      che pure lascia filtrare
      i mille raggi del sole nuovo.
      Cadono gocce di rugiada
      ad abbeverare i mie occhi
      che socchiusi ti cercano
      e felici ti trovano.
      Mi chiedo in silenzio
      quanto durerà questo incanto:
      un uomo innamorato,
      una donna rapita dal suo amore,
      due cuori lontani dal rumore
      dalla corruzione del tempo
      dalla tentazione della fretta,
      lontani dal mondo degli altri.
      Ma so che non voglio saperlo,
      e ti abbraccio e ti bacio
      e il nuovo giorno ci aspetta
      e null'altro importa
      se non questa gioia perfetta!
      Marilena Aiello
      Composta domenica 22 luglio 2012
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di