Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Marilena Aiello
Tic Tac il tempo
Toc Toc gli eventi
Tum Tum l'anima mia
tutto il ritmo della vita
nelle ore di ogni giorno
nell'ansia dei sospiri
nelle lacrime dei sogni
poi arriva la sera
ed ecco: scende la pace
ti consegno il cuore
tu culla di segreti
tu nido di serenità
tu grotta di misteri
mi sveli i tuoi mondi
mi sussurri cieli stellati
mi addormenti con una carezza
nel tuo abbraccio c'è tutta la mia salvezza.
Composta domenica 31 marzo 2013
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Marilena Aiello

    Angel

    Infine, ti ho chiesto: aiutami.
    Sei arrivato a cingere le mie spalle.
    Ho sentito improvviso
    il tuo abbraccio leggero e invisibile,
    la tua presenza silenziosa e tangibile.
    Sfuma, sbiadisce e svanisce
    l'angoscia generata dal non trovarti.
    Si alleggerisce il cuore, respira l'anima,
    mi baci le lacrime, mi tieni le mani.
    Un senso di ricomposizione,
    un senso di pace e di consolazione,
    nuova pazienza, impalpabile speranza,
    la benvenuta grazia della provvidenza.
    Composta venerdì 11 gennaio 2013
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Marilena Aiello
      Ieri ho visto un topolino
      proprio lì, in quell'angolino.
      Non rideva, non parlava,
      tra libri e riviste lui frugava
      per cercare di capire
      se è possibile non morire
      quando arriva un dispiacere
      che ritorna tutte le sere,
      quando crolla la speranza
      e perduta è la pazienza,
      la pazienza di aspettare
      la speranza di cambiare.
      Lui frugava e non trovava,
      ma leggeva e rileggeva.
      Preso a un tratto dallo sconforto
      si sentiva come morto...
      disse allora, solo a se stesso:
      "Posso leggere quel che scrivo adesso!
      Scrivo per me e per il cuore mio
      prima che sia l'ora dell'addio.
      Canto per me e per chi vuol ascoltare,
      per chi mi sente al di là del mare".
      Canta e scrive senza sosta
      versi e rime, note in festa.
      Scrive e canta senza addio
      quel topolino, che sono io.
      Composta domenica 13 gennaio 2013
      Vota la poesia: Commenta