Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Leandro Mancino

Studente di Psicologia, nato sabato 23 settembre 1989 a Benevento (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Racconti.

Scritta da: Leandro Mancino

Fotografo...

Fotografo il mondo e le anime delle persone.
Fotografo la vita ed i colori di questa prigione.
Annuso i profumi dei sorrisi e degli affanni,
mi lascio perdere nei loro inganni.
Non voglio essere solo un semplice spettatore,
amami e rendimi attore.

Stasera scatto una foto alla mia inquietudine,
metto in rima la mia solitudine.
Composta giovedì 31 dicembre 2009
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Leandro Mancino

    Lettere d'amore nascosto

    Apri il tuo cuore alla sofferenza,
    non vivere mai senza.
    È la via per l'amore,
    l'unica che fa risvegliare il cuore.
    Non guarderesti il mondo senza turbamenti,
    non penseresti al suo odore ed ai suoi movimenti.

    Liberati dalle false aspirazioni,
    scopri in te le vere ambizioni.
    Che l'amore ti prenda da dentro,
    lentamente si avvicina per far centro.
    Non è un arciere con il suo grande arco,
    bensì una nave che attende l'imbarco.

    Non badare alle persone,
    pensa solo alla pulsazione,
    a quel che in te produce reazione,
    quando basta la sua visione
    per produrre attrazione.
    Rossa come un tizzone,
    si accende in te la passione
    bella come una tradizione.
    La tua unica religione,
    sola ed unica destinazione.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Leandro Mancino

      La mia pelle si ribella

      La mia pelle si ribella,
      non accetta più una stella,
      come meta che sfavilla,
      in un cielo che cancella
      il mio pensiero che decolla.

      Non c'è modo di uscire,
      non posso abbellire
      spazi bui come la mia mente per poi abolire
      leggi enormi contro cui agire
      senza poter capire
      che una realtà diversa bisogna concepire.
      Per poter costruire
      e non più coprire.
      Questo mondo è da demolire
      e non si può che eseguire
      senza dormire
      il comando di custodire
      il nostro avvenire.

      Aiutami a pensare,
      al futuro da inventare,
      alla vita da volere,
      senza abusare.
      E la mia tristezza sviare
      che mi vuol pedinare
      ed il cuore perforare.
      Composta martedì 17 novembre 2009
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Leandro Mancino

        Buonanotte luna...

        Buonanotte luna,
        che il cielo importuna,
        amica delle stelle,
        col tempo sempre più belle.

        Buonanotte amore,
        che non fai più clamore,
        nel cuore in brandelli,
        ormai caduto nei mille tranello.

        Buonanotte ragazzo,
        che non provi imbarazzo,
        a dire ciò che senti,
        senza evitare i lamenti.

        A te che spii la vita,
        di male imbottita,
        che provi a soffiar polvere dalle persone,
        nella ricerca di un'emozione.

        Smettila di cercare avventure,
        dentro quei cuori ci son solo torture,
        per un piccolo sognatore,
        soltanto pieno di rancore.

        Dentro di te non c'è che lamento,
        sconfortato e scontento,
        senza granelli di pace,
        che ad annusare non sei capace.

        Ma non ti scoraggiare,
        te stesso non puoi annientare,
        vivi ogni pensiero,
        come se fosse un lungo sentiero.

        Una strada luna e tortuosa,
        che fa paura essendo tenebrosa.
        Camminerai persino in salita,
        purtroppo è questa quella che tutti chiamano vita.
        Composta lunedì 16 novembre 2009
        Vota la poesia: Commenta