Poesie di Giuseppe Freda

Nato a Napoli (Arabia Saudita)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo e in Racconti.

Scritta da: Giuseppe Freda

Resurrezione

Promessa.
Sul fiore appassito
petali teneri,
gocce di stelle.

Segreto.
Vento notturno,
mantenerlo e sperare.

Sorriso.
Sul cuore impietrito
battono candidi
baci di luce.

Destato.
Soffio di vita,
riscaldarsi e pulsare.

Osserva.
La coltre di nubi
filtra una pallida
falce di luna

Svanita.
Cielo di seta,
ritrovarla e pregare.

La mano.
Si muove indecisa.
Prendila, stringila
prima che fugga

Rapita.
Fiaba incantata,
risvegliarsi ed amare.
Giuseppe Freda
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Giuseppe Freda

    Ascoltando Ray Charles

    Terra madre,
    quando rientrerò nel tuo grembo
    porterò con me
    questo volto radioso,
    questa voce profonda
    per sorridere
    il blues del mio ritorno,
    per scandire il ritmo
    della mia ferma speranza
    in un destino di luce.
    Tutti coloro che mi avranno amato
    dovranno allora
    ridere in faccia
    alla morte e al pianto;
    perché non morirò,
    ma volerò lontano,
    e libero come il vento
    andrò a cantare nel cuore
    delle mille fanciulle che ho amato.
    Terra bambina,
    quando rientrerò nel tuo seno
    porterò con me
    un arcobaleno di suoni,
    un incendio d'amore
    per riscaldarti.
    Giuseppe Freda
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Giuseppe Freda

      Il cammello impazzito (canzone)

      Sulle sabbie d'Egitto
      passate a setaccio
      dal sole e dal tempo
      ho visto un cammello impazzito
      sedersi in silenzio,
      e giocare a scopone
      con l'astro nascente;
      poi ridere, alzarsi,
      e correre rapido
      tra i muti macigni
      corrosi dai secoli,
      e cantare a distesa:
      "tapùm, tatapùm, tatapù,
      io gioco a scopone col sole,
      tu guardi pensoso le sfingi
      e le mummie, laggiù;
      tapùm, tatapùm, tatapù,
      io corro e mi godo la vita:
      il nome orgoglioso di uomo,
      e il cervello, li hai tu".
      Giuseppe Freda
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di