Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Giulia G.

La via del sogno per poter volare

Mi chiedo se siamo noi
a scegliere i nostri sogni
o se sono loro a scegliere noi
rubando momenti della nostra vita
Se cosi fosse i
sogni
scommetterebbero
tutto su di noi,
sulla nostra capacità
di crescerli,
e di realizzarli.
Diventando per noi la strada nuova
una via che ci guida
nella giusta direzione del vento
e di lì scopre che ciò
di cui avevamo bisogno per volare
erano loro.
Composta mercoledì 27 novembre 2013
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Giulia G.

    Acqua per la morte

    L'acqua scorre, scorre,
    nelle urla silenziose.
    Trabocca
    lasciando segni indelebili
    abbattendo ogni cosa
    più del vento febbricitante.
    Inonda con fango
    sguardi smarriti ed atterriti
    smorzando ogni sorriso, ogni speranza.
    Il mondo grida
    affamato di dolore
    mentre la morte
    vede crescere un'anima.
    La mia bocca non ha più voglia di parlare.
    Composta mercoledì 20 novembre 2013
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Giulia G.

      I bambini straccioni

      I bambini straccioni
      sopravvivono
      in un mondo
      che guarda arrancante
      ed indifferente
      alla loro diversità.
      Sopravvivono
      imparando a imitare
      la normalità
      celando nei loro occhi
      il gelo senza parole.
      Sopravvivono nascondendo
      ginocchia sbucciate,
      tra le unghia smalto
      sporco di terra e di sangue.
      I bambini straccioni
      sopravvivono
      nelle profondità
      più malinconiche dell'animo
      Corrono, a piedi nudi
      sulle strade fangose
      come fantasmi
      nelle notti gelide
      con le paure e i dolori
      immaginando i fasti di un'era che
      non potrà mai tornare.
      Quanto costa il prezzo della libertà.
      Composta venerdì 8 novembre 2013
      Vota la poesia: Commenta