Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Danut Gradinaru

Un pò di tutto (dal timoniere...al magazziniere), nato giovedì 21 novembre 1974 a Mangalia (Romania)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Danut Gradinaru

Dietro uno sguardo perso si nascondono tanti pensieri

Dietro,
dopo le nuvole bianche
tra la nebbia che ti fa sparire nel vuoto
in buio notturno e reversibile della notte
circondato del tuo silenzio profondo
nella tenda dello sguardo perso
in un volo pasionale di sogno e di stanchezza
tra le regole dipinte del proprio desiderio
nella stesa musica che si perde nel suono indiferente,

si nascondono loro...

i propri pensieri
marcati per sempre
di una vera tonalità passionale.
Composta lunedì 29 dicembre 2008
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Danut Gradinaru

    Immagine

    Mio Dio
    lasciami ammirare quel meraviglioso giardino
    pieno di vita, amore, munificazione
    come il Tuo umile servitore.

    Tu che sei il mio unico padrone
    guidami sempre sulla strada giusta
    dammi la forza di raggiungere il mio destino
    di essere uomo su questa terra
    e io ti sarò sempre grato.
    Lo sono già ora
    e prego sempre per la nostra pace
    per vivere in libertà.

    Questa è la mia città
    vista e non vista
    con tutta la natura che la circonda.
    Abbi cura di lei
    di noi
    da tutto quanto;
    ti prego!
    Composta sabato 1 agosto 2009
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Danut Gradinaru

      Se potessi...

      Se potessi spegnere il fuoco ardente con un solo bacio
      sarò un vento gelido settentrionale con l'anima fredda
      che spolvera la neve e frantuma la polvere,
      un instancabile viaggiatore che porta sempre con se
      invisibili fiori di ghiaccio sul vetro trasparente;
      il cavaliere delle ali che cavalca sulle montagne
      e fischia nell'orecchio della foresta.
      Ma questo fuoco
      è molto più intenso da quanto pare.
      Ha le fiamme alte
      che bruciano,
      dentro e fuori
      e non si spegne mai.
      Composta lunedì 28 dicembre 2009
      Vota la poesia: Commenta