Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Daniela Cesta

Difendiamo il nostro pianeta

Il soffio del vento scuote le fronde della foresta
tutto vibra con armonia, in questo fine primavera,
la stagione è quasi giunta al termine,

tutte le cose passano e vanno, inesorabilmente
siamo noi che, dobbiamo gustare ogni attimo fuggente
respirare la vita, ogni istante del nostro vivere,

ogni cosa è armonica, dolce, eufonica
la natura è straordinaria, in lei, non c'è nulla di sbagliato!
Tutto è bilanciato, equilibrato, misurato, proporzionato, regolare

aggraziato, amabile, elegante, gradevole, leggiadro, soave
incomparabile bellezza del creato, il nostro pianeta è strabiliante,
ma per coloro che hanno rovinato la leggiadria di questo corpo celeste

non hanno avuto rispetto delle acque, delle foreste e degli animali,
ogni giorno è per loro, monotono, noioso, tedioso,
non sentono il sussurro degli alberi, il respiro del cielo,

loro vivono solo per ricercare beni e piaceri materiali
sono poveri di spirito, il loro cuore è arido e brullo,
non ha luce che splende, i loro occhi sono inespressivi.

Sono già morti, prima ancora di morire.
Composta martedì 7 giugno 2016
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Daniela Cesta

    Anima

    Quando l'anima si stacca dall'involucro corpo,
    sente subito il benessere invadere il suo principio vitale e immateriale,
    ascolta il pianto di coloro che, sono accanto al suo corpo terreno e inerme,

    ma si volge verso la luce, vuole raggiungere quel chiarore mozzafiato,
    anche se le lacrime dei suoi parenti sono come ferite aperte,
    tutti i dolori della terra sono passati, andati, finiti,

    l'anima scivola verso la luce sfolgorante e non vuole tornare indietro,
    tutto è nuovo, puro, vero, incantevole, voci piene di grazia celestiale
    rassicurano il turbamento, respira amore in quel luogo,

    tutto è essenza di Dio, calore e benessere, sorrisi e musica
    giardini infiniti e profumi inebrianti, l'armonia regna ovunque,
    capisce che la sua anima è viva, energia vitale in un soffio evanescente.

    Tutto il peggio... è passato.
    Composta domenica 5 giugno 2016
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Daniela Cesta

      Luce del firmamento

      Accarezza me luce di stelle,
      illumina la mia pelle, luce di luna
      orgoglio, creatività, voglio scoprire me stessa
      sostegno emotivo per gli altri,
      luce argentea che abbraccia
      mente, cuore, spirito,
      siamo tutti persone speciali
      in questo universo, granelli di polvere
      luminosi, sgargianti, brillanti,
      fulgidi, splendenti, sfavillanti, sfolgoranti.
      Non dobbiamo seguire il nostro riflesso,
      ma quello degli altri, siamo tutti concatenati
      perché siamo un corpo solo, insieme a tutto il creato.
      Composta sabato 4 giugno 2016
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Daniela Cesta

        Tramonto piovigginoso

        Armonioso il crepuscolo piovigginoso
        nel silenzio dolce e solitario che io amo
        la luce del cielo è toccante e tenera,

        contatto leggero, coinvolge il nostro spirito
        spingendosi nel cuore, suscita emozione
        commuove il continuo turbare degli attimi,

        accade a coloro che sono sensibili alla bellezza della natura,
        che vivono in simbiosi con gli alberi, gli animali e il cielo,
        che vivono con i fiori nei prati e volano su ali di farfalla,

        è bello vivere nella natura gustare la sua forza,
        contemplare la sua bellezza e cercare di scoprire i suoi segreti,
        lo spirito di Dio è su ogni cespuglio e fiore con la sua potenza.
        Composta mercoledì 1 giugno 2016
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Daniela Cesta

          Sta tornando...

          quando siamo stati creati
          Dio ha alitato su di noi, il suo spirito celestiale
          il nostro corpo è il suo tempio,

          senza lo spirito di Dio, nulla possiamo
          saremmo come inermi pupazzi di pezza
          senza energia, vigore, vita

          Quando siamo stati creati
          Dio ha alitato su di noi, il suo spirito celestiale
          il nostro corpo è il suo tempio,

          senza lo spirito di Dio, nulla possiamo
          saremmo come inermi pupazzi di pezza
          senza energia, vigore, vita,

          in questo tempo di apocalisse,
          abbiamo più che mai bisogno del Santo spirito di Dio
          che aiuti tutti dalle cose cattive, e orribili di questo mondo

          con la sua luce saremo protetti, dalle forze crudeli dei nemici
          no lasciare che ingordigia, voracità, lussuria, sete di potere
          conquisti la nostra anima, la cupidigia avvolga il nostro cuore,

          amare la sobrietà, frugalità, semplicità, temperanza,
          amare piccole abitudini, di vita semplice,
          amare Dio nel suo mistero di amore.

          Gesù Cristo sta tornando.
          Composta lunedì 16 maggio 2016
          Vota la poesia: Commenta