Scritta da: Daniela Cesta
Many angels fly on the earth,
collecting the souls of many children
killed on the Earth violently
.
Paradise is full of children
They play, smile, and are loved by God
have peace, serenity, and love
.
Humanity mishandling, torturing, and killing
children all over the world, which
are the light of God, his heart
.
God does not forgive the terrorists,
God does not forgive those who kill and kill
in the His name!
.
The day will arrive, for satanic killers
They will have to account for all their misdeeds
before the eyes of God
and we innocuous people, we live in sadness and anger
Satan is on Earth and creates monsters,
and we must defend ourselves

molti angeli volano sulla terra,
raccolgono le anime di tanti bambini
uccisi in questo tempo di violenza

il paradiso è pieno di bambini
giocano, sorridono e vengono amati da Dio
hanno pace, serenità e tanto amore,

l'umanità, maltratta, tortura, e uccide
i piccoli di tutto il mondo, che,
sono la luce di Dio il suo cuore,

Dio non perdona i terroristi,
Dio no perdona coloro che uccidono e uccidono
nel nome del Signore!

Arriverà il giorno che, gli assassini satanici
dovranno rendere conto di tutte le malefatte
davanti agli occhi di Dio

e noi innocue persone, viviamo tra tristezza e rabbia,
satana è sulla terra a creare mostri, a rubare anime,
e noi dobbiamo difendere noi stessi.
Daniela Cesta
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Daniela Cesta

    Tramonto estivo

    nel tramonto estivo scintillio dell'acqua di mare,
    la brezza avvolge con dolcezza la nostra pelle
    abbronzata e accaldata dal sole di luglio,

    l'armonia delle onde fa sognare...
    sulla spiaggia tutto è vita frizzante,
    chi balla, chi nuota, chi fa ginnastica,

    chi dorme sotto l'ombrellone,
    io ascolto il canto del mare, il suo movimento,
    il sussurro dei pesci che contiene,

    il mare vuole essere rispettato, amato, compreso,
    la sua potenza potrebbe vendicarsi di noi tutti!
    Pensieri al tramonto di una calda estate,

    di un tempo moderno, in una dura società,
    senza comprensione, dove ogni cosa è assurda
    ma io invoco il Signore per sentirmi protetta

    dalle avversità di questo mondo,
    perché ognuno di noi deve sentirsi
    appartenente al cielo, in una terra di passaggio.
    Daniela Cesta
    Composta giovedì 7 luglio 2016
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Daniela Cesta

      Onde

      Ruggiscono le onde con effervescenza bianca,
      spumosa, frangente, cresta, schiuma,
      schizza come, un fascio di luce sul bagnasciuga,

      nel movimento oscillatorio, arricciatura, increspatura, ondosità,
      il mare è straordinario nel suo movimento discontinuo,
      tumultuoso, travolgente, affascina e diverte,

      il ruggito dell'onda è forte e assordante,
      dal vento che arriva dall'orizzonte blu,
      gridano le onde potenti, arrivano sulla spiaggia

      avvolgendo i bagnanti di schiuma bianca,
      come pensieri che affascinano e conquistano,
      la poesia del mare, che fluttua vorticosa, sull'onda.
      Daniela Cesta
      Composta giovedì 7 luglio 2016
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Daniela Cesta

        Tempo che passa

        Quando pensiamo al tempo che passa
        assale noi una struggente malinconia
        circonda il cuore come una morsa di ghiaccio,

        pensiamo al passato e sembra sempre migliore,
        più bello e gioioso, il tempo è andato e non tornerà mai più,
        e i parenti andati oltre... diventano come estranei

        solo una certezza esiste...
        quando vediamo il sole del mattino
        siamo ancora vivi!
        Daniela Cesta
        Composta mercoledì 6 luglio 2016
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Daniela Cesta

          Fontana di pietra

          Ho visto un giardino nel silenzio
          e sono rimasta incantata ad osservarlo,
          un giardino abbandonato dove regna l'erba alta

          le aiuole disadorne, sembrano chiedere aiuto,
          solo la vecchia fontana, tra le aiuole maltrattate
          con il putto sorridente in alto, continua a sorridere,

          nel suo splendore malinconico, racconta magici istanti,
          oleandri rosa, gelsomini e rose circondavano il verde
          cuscini di campanule, e mughetti, in primavera,

          bouganville dal colore viola affascinante
          forse accanto al battito, del cuore innamorato
          di una donna che, passeggiava in quel piccolo

          e affascinante giardino, intimo fazzoletto di pace e serenità,
          baci e carezze a un bimbo che segue la sua mamma,
          respiro, sussurro, risate festose, speranze e compassione,

          benedizione, calore e amore, tutto racchiude,
          quel piccolo angolo di mondo silenzioso e abbandonato,
          la sua quiete è rotta solo dal passaggio del treno, poco distante

          un tempo il bel giardino era la deliziosa immagine che si osservava
          dal finestrino della carrozza di un treno che andava lontano,
          chissà quante persone ha fatto sognare la meravigliosa

          fontana di pietra decorata, dove, l'acqua zampillava
          nella sua decorosa bellezza, solo il putto continua, a sorridere
          nel suo atteggiamento malizioso.
          Daniela Cesta
          Composta mercoledì 6 luglio 2016
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di