Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Cristina Bove

In fila indiana

In fila indiana
ai margini di una crepa nel muro
e sopra i calcinacci
di un sogno frantumato
attimi come formiche vanno
a riprendersi il tempo...
Io sono fuori
a guardare le briciole
di quello che credevo
d'essere...
Seguo per abitudine
tiritere di vita
e perdo il filo logico
che mi vorrebbe saggia
mentre in frammenti spargo
le memorie di un greto
che ancora fiume sogna
e torrente
e scroscio
e non si arrende
alla secca stagione...
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Cristina Bove

    Sirene

    Sirene della mia solitudine
    mare di mille squame
    e spuma che m'abbaglia e mi scompiglia
    alta e bassa marea
    la moltitudine
    di pensieri che affollano
    il musicale sciabordio dell'acqua...
    Luccicare di rivoli
    nell'onda
    danzare nell'argento
    senza fine
    appena sotto il velo della luna
    sciogliersi e poi raccogliersi
    alghe capelli fili
    in sospensione...
    Sirene della mia vicissitudine
    mare di mille rive
    nella mia stanza che diventa sabbia
    flusso e riflusso
    dell'irrequietudine
    l'instabile emozione
    di sogni che riaffiorano
    e s'infrangono
    contro gli scogli della mia ragione...
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Cristina Bove

      Anime pie

      Anime pie sgranar lunghi rosari
      stretti di cuore ed avidi di mano
      contare fra le dita le indulgenze
      il conto in banca l'ultima puttana
      e chi s'avvia per una larga via
      cammina sulle croci e sui vangeli
      e pattina sui cuori degli afflitti
      tanto poi donerà qualche fontana
      qualche carica e qualche cattedrale
      qualche ponte sospeso tra le sponde
      del dare e dell'avere una gimcana
      di macelli obbligati e fratricidi
      ratificati a colpi di partiti
      e noi che non sappiamo approfittare
      contiamo quanto il due giocando a briscola
      al tavolo di chi s'ingozza il mondo
      d"anime e sangue e si spartisce gli utili.
      Vota la poesia: Commenta