Scritta da: Arjan Kallco

Giochi di illusioni

Un pezzo di carta
e una penna,
non mi serve altro
per disegnare le tue labbra
che dolcemente labbreggiano,
l'inno dell'amore.
Immerso nei pensieri,
eternamente le ammirereì, così
senza mai saziarmi, ma
quando bacio l'uno,
mi scappa l'altro
come il rintocco irrefrenabile del tempo
segnato dalle lancette.
Arjan Kallco
Composta giovedì 3 novembre 2011
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di