Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Anna De Santis

Con te

In te trovo la forza per accettare tutto
per dimenticare il resto
per continuare e ricostruire quello che è distrutto
hai messo la prima pietra ed ora c'è un palazzo
difficile da gestire per la convivenza
ma sai che la pazienza
è stata sempre la mia prerogativa
dire tanti si e pensarla diversamente
per non allontanarmi da te
per non far parlare la gente.
C'è sempre il modo di poter digerire e vivere al meglio
quando il fine sei tu
vale la pena mandar giù anche bocconi amari
ma sento le tue mani e che mi adori
sento il tuo respiro ancora sulle labbra
il tuo odore che non mi lascia e rimani dentro
il tuo amore che come una coperta mi tiene al caldo
con te non vedo oltre e quei momenti che ci separano
altro non ricordo.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna De Santis

    Senza respiro

    Come preda ghermita
    ancor ferita
    stretta nelle fauci di un famelico animale
    invano si dimena
    sperando che la presa non sia greve
    senza respiro
    avvinta senza potersi liberare
    una forma estrema del piacere
    gemente, eppur presente
    chiede che abbia almeno un po' di pena
    straziata da ferite ovunque inferte
    ma esausta chiede grazia... oppure morte.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna De Santis

      forse

      Quel velo ancora copre ed offusca
      la sicurezza che mi rende incerta
      quando affondo e cado e la mia mano non trova quel che cerca
      e non riesco a lasciarmi andare
      quel tuo volere e mai cercare
      ho bisogno d'altro ma non puoi capire
      e non voglio dire
      lo sai, non so pregare
      ma chi ti sente in fondo riesce a penetrare
      i tuoi sentimenti e arrivare al cuore
      e questo forse che mi prende ancora
      non riesce a scoprirmi per intera.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Anna De Santis

        Volevo

        Un giorno mi sono accorta di sognare
        volevo un vita e la volevo al sale
        mi sono accontentata per non aspettare
        perché volevo in fretta il mio desiderare
        ma una mattina mi sono detta
        che della vita ne ho preso solo una fetta
        quella piccola che nessuno voleva
        ed in quel piatto quasi chiedeva
        di essere assaggiata, mangiata, divorata
        ma più tardi ho capito che non l'ho mai digerita...
        Il sole da quella finestra stretta non brillava più
        Il fiore piantato non cresceva
        e sono uscita, scappata
        da quella vita cui mi sono adagiata
        e allora il vento tra i capelli, finalmente l'ho gradito
        le campane che mi dicevano di sentire
        era un giorno nuovo, bello da morire
        fuori finalmente dove ho trovato posto, ho trovato gusto
        nuova vita, di più non posso dire...
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Anna De Santis

          vita

          Un semplice gesto, o forse vuoi chiamarlo amplesso
          un profondo istinto, magari cancellato come il gesso
          su una lavagna nera per tuo gusto, un segno giusto...
          ed è la vita.
          Finalmente un miracolo e ti accorgi che esisti
          i tempi ti trattengono ma resisti
          e cerchi di uscire in fretta per paura di non poterti far sentire
          c'è sempre un tunnel da superare
          un sorriso vicino, forse già qualcuno si comincia a divertire
          tanta buona roba che posso assaporare
          forse quando sarò grande sarà difficile da riavere, bisogna approfittare.
          La vita finalmente ti accoglie e ti fai cullare
          cerchi di richiamare l'attenzione con il tuo strillare
          ma certamente sono tutti accanto a me e mi stanno a sentire.
          Vita
          Cresci in fretta e dimentichi che puoi fare da solo
          come un uccellino in nido sei pronto a spiccare il volo
          ma quante volte tenti e ti lasci cadere
          ti aiuteranno qualche volta ma ti conviene riprovare
          perché ti lasceranno in terra a rovinare
          cominci ad abituarti e da solo devi camminare
          ti perderai ma comunque troverai la strada
          cerca in te la forza e affronta la paura comunque vada.
          La vita
          Una scala lunga difficile da salire
          a volte senza appoggi e senza pioli
          ma con tanta fantasia comunque voli.
          Vota la poesia: Commenta