Poesie di Anna D'Urso

Nato mercoledì 17 febbraio 1965 a Palermo (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Anna D'Urso

Di quanto amore...

Tu sai di quale amore son capace d'amare
lo hai provato sulla pelle, quella del cuore,
tu sai che d'amore nutro i miei versi,
tu sai che nella tua testa si sono persi.

Tu sai di quale amore sono capace d'amare
di quale forza spesso mi trattiene
di quale sogno voglio sperare,
di quanto amore ho ancora in fondo al cuore.

Tu sai di quale amore son capace d'amare,
di quanta solitudine ci accomuna,
di una notte senza più la luna,
di un amore che non sarà mai amore...
Anna D'Urso
Composta venerdì 3 luglio 2009
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna D'Urso

    Paura d'amare

    Parole vuote riempiono il vento,
    sussurri decisi da un cuore infranto,
    l'ultimo sole è rimasto a guardare
    una lacrima che secca sul sentiero del cuore...

    Ogni amore ha un futuro, che sia solo un'ora o un intero destino,
    chi decide è la voglia, la testa o il cuore,
    si vive per dare e ricevere amore,
    senza dolore o col vuoto senza te vicino.

    Disegno una strada dove non andrò mai,
    mi prendi per mano, ma poi volerai,
    mi tenti, mi ami, incidi il tuo nome,
    mi tagli nel vento e poi spargi colore.

    Il futuro non sai se è vicino, neppure il destino,
    ma la cosa che fai è amare come non mai,
    la vita si ferma ogni tanto a quel bivio che poi
    né io né te prenderemo mai...
    Anna D'Urso
    Composta mercoledì 1 luglio 2009
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna D'Urso

      Di te che non sei...

      Cantavo di te, nelle notti di agosto,
      nel silenzio di un sogno, di un dolce ritorno,
      di te che sei profumo di rose, odore di morte,
      contrapposto alla sorte, di te che non sei...

      Ho lasciato cadere la penna dei versi,
      sul vuoto dei pensieri, ho esaurito la fonte d'ispirazione,
      non c'è sentimento che viene,
      su te che non sei...

      Un raggio di luna entra nella mia stanza,
      non provo emozione, è un ospite raro,
      lo lascio fuggire, non importa dove, fuori da qui,
      lontano, nei sogni, dove c'eri te che non sei...

      Le parole si privano di te, dei tuoi viaggi d'eterno,
      del tuo cuore infranto, delle notti d'autunno,
      del tuo infinito silenzio, del tu eterno sognare,
      di te che non sei...

      Non sei essenza, né cuore matto, non sei primavera,
      solo un suono lontano di un vecchio tormento;
      la vita è colma di crepe lasciate da pesanti fardelli,
      va riempita di gioie e colori, di solidi amori,
      di giorni vissuti col cuore,
      senza te che non sei...
      Anna D'Urso
      Composta sabato 27 giugno 2009
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Anna D'Urso

        Un mese qualunque

        Un mese è andato via portando con se un pezzo di me,
        le strisce di pelle che avvolgono il viso sono petali secchi,
        intemperie vissute in anni lontani hanno lasciato gli spazi,
        il colore sbiadito di un sogno si è fuso col presente, con te.

        Una margherita ha perso il contorno
        per colpa del m'ama non m'ama di quel giorno,
        un qualunque momento ormai dimenticato,
        un fiore appassito che mi avevi donato.

        Un mese posto nel mai,
        un sogno che vive nel poi,
        un amore che scavalca l'eterno,
        un solo canto in questo gelido inferno...

        Mi tempro per il giorno che verrai,
        forse oggi, forse mai,
        ma non lascio la cima che ci unisce,
        non potrei spezzare quel legame che cresce,
        un mese qualunque è già passato,
        un mese vissuto e dimenticato,
        la memoria del tuo cuore è troppo labile,
        non mollo, non sono fragile...
        Anna D'Urso
        Composta sabato 27 giugno 2009
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di