Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Andrea Manfrè

Lavoratore, nato domenica 2 dicembre 1984 a Bassano del Grappa (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Leggi di Murphy, in Frasi per ogni occasione e in Proverbi.

Scritta da: Andrea Manfrè

Una sola carezza

Polpastrelli
uniti tra di loro,
condotti come pennelli
di un esperto artista,
si posano delicatamente
sul tuo viso,
accarezzandolo dolcemente.

Delicate sensazioni
iniziano a farsi largo nel cuore,
quasi sfiorato anch'esso
dalle stesse timide dita.

Brevissimi istanti,
capaci di creare
tenere sensazioni,
nate da una sola,
semplice
carezza.
Composta domenica 11 settembre 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Andrea Manfrè

    Non permettere

    Non permettere
    mai a nessuno
    di farti accantonare
    i tuoi sogni,
    i tuoi desideri,
    le tue speranze.

    Apri il cassetto
    e falli uscire.
    Non tenerli
    mai intrappolati,
    chiusi a chiave.

    Realizzali.
    Fai di tutto
    per poter vivere
    quella vita
    che ti sei sempre
    immaginata.

    Diventa
    artefice
    della tua vita,
    del tuo futuro.
    di te.
    Composta domenica 14 febbraio 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Andrea Manfrè

      Il silenzio del rumore

      Sorge il sole.
      Sempre più caotica
      si fa la città.

      Furgoni e camion,
      auto che sfrecciano,
      clacson sonanti.

      Operai al lavoro,
      ruspa o demolitore,
      sono i lavori in corso.

      Bambini che piangono,
      liti in famiglia,
      ed ecco la gente urlante.

      Rumore dopo rumore,
      attimo dopo attimo,
      si susseguono per
      tutta la giornata.

      Sorge la luna.
      Si illuminano le stelle.

      Si oscura il cielo.
      Si oscura il rumore.
      Composta domenica 4 luglio 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Andrea Manfrè

        Ho paura

        Ho paura
        Ho paura di guardarti negli occhi,
        di guardarti nell'anima,
        di dare uno sguardo in te.

        Perché
        Perché è come una strada a senso unico,
        non potrò più tornare indietro,
        non vorrò più allontanarmi da te.

        Potrò
        Potrò solo andare avanti
        volendoti conoscere sempre di più
        volendo stare sempre accanto a te.

        Vorrò
        Vorrò solamente lasciarmi innamorare
        cedendo dinanzi la forza dell'amore,
        vivendo il resto della mia vita per te.
        Composta venerdì 18 dicembre 2009
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Andrea Manfrè

          Aura

          Il sole punta sui miei occhi
          che vorrebbero chiudersi,
          infastiditi da tutta questa luce,
          ma non possono
          distrarsi da te.

          Non devono farlo
          perché chiudendosi
          non potrebbero mai
          vedere l'angelo
          che è in te.

          Li seduta dinanzi a me,
          è proprio il sole
          a voler risplendere
          creando una magica aura
          su di te.

          Succube di emozioni,
          incapace di reagire,
          non posso far altro
          che restare tacitamente
          a contemplare te.
          Composta giovedì 17 dicembre 2009
          Vota la poesia: Commenta