Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Ada Roggio

Acconciatrice, nato giovedì 29 giugno 1961 a Floersheim am Main (Germania)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Indovinelli, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Ada Roggio

Facciamo presto

Non ti credo,
so che non mi vuoi,
Per sopravvivere con la tua vita
oggi la mia è finita
Anzi ti dirò,
non vedo l'ora
che tutto finisca presto
Ho messo a posto tutto il resto
a ognuno darò qualcosa
Al mio sogno una rosa
Presto tutto sarà finito
io l'ho colto con amore infinito
Tanto prima o poi doveva finire
meglio ora, che son più desta
Non poi!
Non si sa cosa resta
Dentro me niente
mi sento una netta deficiente
Ora basta
presto lesta
si invitino tutti a fare festa
Una festa di grande importanza
dove tutti mettono dentro la pancia
Dei fisichini da fare invidia
Un portamento elegante
un passo costante
a nessuno è permesso sapere
cosa nella vita deve accadere.
Composta giovedì 23 luglio 2009
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Ada Roggio

    Sogno

    Butterò,
    un giorno il mio sogno in fondo al mare
    Lo legherò bene, bene, ad un sasso,
    così non potrà mai più tornare.
    Saranno contenti in tanti,
    meglio ancora tutti quanti
    l'unico a non essere contento
    sarà il cuore mio
    lancia ogni giorno un grido a Dio
    Ma ho un sospetto ti giuro
    non sarà oggi, l'anno venturo
    Un giorno ci sarà chi il mio sogno lo realizzerà
    e allora sì, sarò contenta
    di sorridere insieme a Dio che ha custodito il sogno mio.
    Composta mercoledì 22 luglio 2009
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Ada Roggio

      Ei...

      Ei...
      Sì a lei, ma lei dorme la notte!
      Riesce a superare tutte le avversità quotidiane, con una tranquillità pacata!
      Io signore
      La notte non dormo
      entrano tutte le notti nei miei sogni,
      i fantasmi del passato
      chi mi ha fatto tanto male,
      chi amo e ho tanto amato
      Nella vita quotidiana
      non vi è posto per la serenità
      la libertà è andata via
      lasciando posto alla malinconia
      Oggi lei sicuramente mi dirà, ma guarda un po' questa qua
      Scrive, irrompe, nella vita della gente che dei suoi problemi non gliene importa niente
      Sa una cosa!
      Faccia presto, a pensare tutto questo.
      Passa un anno, un altro ancora
      Io non vedo l'ora di tornar a far carriera, sul giornale della sera
      Faccia lesto, faccia presto
      di metter fine a tutto questo
      Se io quel giorno mai più ci sarò
      Alla fine son sicura, sarà lei ad aver paura.
      Composta martedì 21 luglio 2009
      Vota la poesia: Commenta