Questo sito contribuisce alla audience di

Pensieri di Ada Roggio

Acconciatrice, nato giovedì 29 giugno 1961 a Floersheim am Main (Germania)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Indovinelli, in Poesie, in Umorismo, in Racconti e in Diario.

Scritta da: Ada Roggio
Quanti Natali ho visto passare.
Quante stelle ho visto brillare.
Quante promesse da bambino sarò più buono.
Quante canzoni accanto al fuoco.
Quanti alberi ho fatto brillare.
Quanti presepi ho fatto animare.
Quanti regali ogni anno.
Quante persone venute a mancare.
Questi vuoti non si possono colmare.
La vita scorre, va così di fretta, non vuol farsi acchiappare.
Non c'è ritorno.
Finisce tutto in un ricordo che ogni anno è stato un magico Natale.
Buon Natale.
Composta giovedì 11 dicembre 2014
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Ada Roggio
    Aspettiamo il Natale
    Aspettiamo il Natale, tra luci, suoni e frastuoni.
    Aspettiamo il Natale, con canti, promesse, saremo più buoni.
    Aspettiamo il Natale, con sapori antichi e nuovi.
    Aspettiamo il Natale, con addobbi, fiocchetti e tanti colori.
    Aspettiamo il Natale, scintillanti vetrine,
    Aspettiamo il Natale, tra fiabe e colori,
    Aspettiamo il Natale, i bambini promettono saranno più buoni.
    Aspettiamo il Natale, la casa si veste, arrivano le feste.
    Aspettiamo il Natale, alberi incantati, con luci e festoni
    Aspettiamo il Natale, con presepi legno e di gesso, una grotta piccina per Gesù bambino.
    Aspettiamo il Natale, angeli dorati, festoni, canzoni.
    Aspettiamo il Natale, magia del magico fascino Natalizio.
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Ada Roggio
      Per Natale caro Gesù voglio che la gente non pianga più.
      Voglio la pace e l'armonia.
      Voglio la gioia e l'allegria.
      Fa che arrivi un po' di lavoro, giuro da oggi faccio il fioretto, sarò più buono.
      Fa che mamma e papà siano sempre contenti, fa che arrivino gli stipendi.
      Di bollette ne arrivano una enormità,
      ma di soldi per pagarle un pochino qua e la.
      Ci sono i nonni a fare manforte,
      tra fratelli si tira a sorte,
      Questo Natale lo sento e lo vedo poverello,
      avevo un euro ho comprato il pennarello,
      per scrivere questa letterina,
      semplice e carina,
      che arrivi dritta al cuore di chi per l'avarizia fa morire di fame le persone.
      Caro Gesù mettici la mano,
      Buon Natale mondo ti amo.
      Composta giovedì 11 dicembre 2014
      Vota la frase: Commenta