Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Nessuno prega in paradiso." di Giovanni Nebuloni


10
postato da , il
Cara Maria, ho il massimo rispetto per il dolore e le sofferenze e mai, come in questo periodo della mia vita, ho acquisito la consapevolezza che ve ne sono davvero tante nel mondo.
Tu dici che la vita ti ha "concesso" dure prove...e questo termine mi fa pensare a queste ultime come a un privilegio, come una sorta di pegno da pagare per conquistare il regno dei cieli.
Devo confessarti che un pò ti invidio perché tu sei riuscita a trovare Dio a seguito di queste. A me è successo l'esatto contrario...
Ma sono d'accordo con te quando dici che il vero paradiso è nelle piccole cose quotidiane, nei piccoli gesti che danno sollievo a chi soffre... e questo a prescindere che si creda o meno...
9
postato da , il
Nebuloni,
se non credi, allora perchè ti preoccupi o ti domandi se qualcuno in paradiso prega?
8
postato da , il
bluedeep, nelle beatitudini evangeliche si parla di ricompensa eterna, ma cominciando dall'opera sulla terra che non può che gratificare noi stessi se solo ne comprendessimo l'essenza e cominciassimo tutti a praticarle...vivremmo in un mondo migliore per noi stessi a livello materiale e poi chi vuole creda in quello sprituale e mi sei piaciuto tantissimo quando hai risposto con le parole di nostro fratello Gesù.:)
7
postato da , il
Il nostro paradiso adesso è nelle piccole cose che ci regalano amore, nei grandi miracoli come un figlio che si muove nella tua pancia, un ammalato che fai sorridere, una elemosina che riscalda o sfama, un bambino salvato dalla solitudine di un orfanotrofio...
il vero Paradiso ce lo guadagneremo qui , cominciando da qui e lo troviamo già qui...basta volerlo...
Miriam, la vita mi ha concesso dure prove ed è lì che ho trovato Dio pur non cercandolo...
ero piena di dubbi anch'io, adesso non più...
cercavo Dio in un'altra dimensione e non vedevo che cammina con me!
Cercalo, troverai grandi cose, qui, semplici e comprensibili, non chissà dove...misterioso e celato.:)
6
postato da , il
Il sig Nebuloni ha riassunto egregiamente il mio pensiero ma come pensavo, la mia interpretazione del tutto personale era fin troppo semplicistica...
L'aspetto colto da bludeep è decisamente più interessante e degno di ulteriori approfondimenti.
La frase, letta così com'è scritta, mi sembra un'affermazione e non mi sento così sicura da poterla controbattere.
Di dubbi ne ho un'infinità e nonostante l'indottrinamento ricevuto, continuo sempre a chiedermi se credere o no.
Come tutte le cose che non si possono spiegare, se si è in possesso di una fede, non resta altro che credere punto e basta.
Io purtroppo non ho questo privilegio e continuo a essere tormenta da dubbi. Mi consola il fatto che anche Gesù Cristo in croce ebbe il Suo attimo di sconforto quando si sentì abbandonato da Suo Padre.
Se l'avessi scritta io, avrei sicuramente detto: "se c'è qualcuno in paradiso, per favore pregate un pò di più...ne abbiamo tutti bisogno!"

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti