Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a Nei meandri della ragione di Giuseppe Freda


10
postato da , il
Alessandro Serra, non ti conoscevo in questa veste. Certe cose non le si può dire se non le si conosce: e si vede lontano un miglio (io almeno lo vedo) che tu non parli per imparaticcio, ma parli di tuo. Sono molto contento che ti sia "aperto" quel tanto che mi è bastato per capire.
Questo mi costringe a... gettare la maschera.  : )))
E' vero: l'Universo è apparenza. Perché non è fatto di materia  logica, ma di spirito.
Questa del resto non è una novità: lo disse Niels Bohr nel ritirare il premio Nobel per la fisica, di avere il sospetto che alla base della struttura della materia vi fosse qualcosa di spirituale, e che quindi la materia stessa, nella ricerca del piccolo all'infinito, si riducesse a spirito.
Ma.. è una verità cui non si arriva con la ragione.
La logica deduttiva della filosofia - è vero - è uno strumento: uno strumento primitivo, oltretutto.
L'anima no. Ne parli come di "forma pura, che trasmette emozioni". E cogli nel segno. E' come un accumulatore di corrente elettrica, ha FORZA, è viva. La logica è morta, è inerte, "vive" nei libri; l'anima è realtà vivente.
Poi (nel commento successivo) parli di IRrazionalità. Meglio sarebbe parlare di Arazionalità, di qualcosa che prescinde dalla razionalità. E poi dici che ha una sua logica. No, una logica non la ha, ha però molto di più della logica: ha il SENTIRE.  Sentire è più che ragionare. Io non potrò mai descrivere un profumo. Eppure un profumo è una cosa che esiste.
Ma la frase che mi conduce a manifestarmi è questa: "Quanta POTENZA abbiamo dentro che addormentiamo con la ragione,. io lo trovo buffo e anti- EVOLUTIVO."
E allora: tu "senti", Alessandro; ma non vieni creduto, e sai perché? Perché non puoi "dimostrare" ciò che senti. "Frutto dell'immaginazione", e tutto rimane dentro di te. E queste persone sono indotte a chiudersi. Quanti anni hai? 24, 25 anni? 40 anni fa ce ne erano molti di meno. Era naturale costruirsi una "barca" razionale della massima (pseudo) solidità per non affondare in un mare del tutto ostile.
Ma... non sarà sempre così. Esistono vari modi per dimostrare. Esiste il risolvere un'equazione, ma esiste anche il FARE. Immagina che un domani una persona o un gruppo di persone sia in grado, con la sua sola forza interiore, di sollevare un autotreno. Oppure di lasciare a terra, senza che possano sollevarsi, tutti i bombardieri del mondo... Eh, ci sarebbe ben poco da dimostrare, e qualsiasi logica andrebbe a farsi benedire.
Quindi quello che manca per "dimostrare" ciò che dici è solo la FORZA.
Ma quella arriva, arriva sicuro. La tempesta, quando arriva, la fiuti nell'aria, e vedi le nuvole nere in lontananza, e poi....
Allora sì che saranno cavoli amari, Alessandro. Per questa società, dico.
Per ora, che mi si ritenga pure un pazzo. E proseguo tra logica aristotelica e buffonate.
E' un'altro passepartout della vecchiaia: chi vuoi che presti fede ad un vecchio pazzo???  : )))))))))))))))))))))))))))))))
Un consiglio per la lettura: NON-A (non aristotelico) di Alfred Elton Van Vogt. Un genio incompreso. Un vero precursore. Uno che quello che doveva dire lo ha detto come scrittore di romanzi di fantascienza.
Evoluzione: tutto è in questa semplice parola. Evoluzione, o Mutazione, se si vuole. Ogni evoluzione comincia con una mutazione. Poi sempre di più... e poi tutto ridiventa "normale".
9
postato da , il
Dunque, io per... onestà intellettuale devo dire una cosa. Il pensiero che ho espresso in questa frase altro non è che un paradosso, una delle tante di quelle che in filosofia vengono dette antinomìe (famosa l'antinomìa del mentitore, ma anche, e molto più inquietanti, le antinomìe di Bertrand Russell). Con una differenza: che mentre le antinomìe classiche tipo quella del mentitore sembrano degli scioglilingua e basta, questa coinvolge in pieno la stessa logicità su cui la razionalità si fonda. Tuttavia, nella frase c'è... un piccolo gioco di prestigio, ragion per cui sono stato a lungo indeciso se postarla addirittura nella categoria "umorismo". E il gioco di prestigio è questo: ove si voglia ammettere che l'Universo abbia una chiave di lettura non razionale, non ne deriverebbe come conseguenza che il vizio sostanziale di un ragionamento sia nella sua logicità, bensì, tout court, la necessità di abbandonare ogni criterio razionale di indagine. Con il corollario che tutto quello che nella frase segue quella falsa affermazione altro non è che il coniglio che vien fuori dal cappello del prestigiatore: il quale, come noto, o non è un coniglio, o se coniglio è, non era sicuramente nel cappello.
    Ciò detto, ripeto, per onestà intellettuale (dovere che ho sentito, anche per via dell'interesse suscitato dalla frase, che, ripeto, altro non è che un gioco di prestigio), vorrei aggiungere che il "tranquillizzante" finale è considerazione umoristica e molto amara: personalmente non ne sono affatto tranquillizzato, tutt'altro. : ((
    Ieri sera, quando ho risposto a Vincenzo, il suo commento numero 4 non si vedeva (colpa naturalmente del maledetto censore automatico, che così rende frammentari i nostri dialoghi). Ebbene, ora che lo vedo devo riconoscere che la vecchia faìna aveva sentito la "puzza di bruciato", pur non riuscendo ad individuare da quale punto della frase provenisse... : )))
     Giuro comunque che questo è stato l'unico caso in cui finora ho fatto uso di espedienti sofistici; e oltretutto non li ho usati a fini di convincimento, ma solo per tranquillizzare le anime semplici. Prendo dunque atto che su questo sito di anime semplici non ve ne sono (la stessa Rossella aveva espresso dei dubbi... : ), e tento di capire quanto dice Alessandro. Chiedo solo un po' di tempo, perché mi sono da poco svegliato dopo una notte in bianco, nel primo pomeriggio devo far visita a un dentista male intenzionato, e ho il cane da portare a spasso. Ne approfitterò per rimuginare, e appena potrò dirò la mia ad Alessandro, che frattanto saluto caramente. Posso frattanto anticipare che nella sua opinione ci sono due o tre spunti molto, ma molto interessanti.
8
postato da , il
Io credo che anche l'irrazionalità ha una sua logica. se tu credi in una cosa, è perchè quella cosa in qualche modo l'hai sentita. Può darsi sia un prodotto dell'immaginazione, ma anche l'immaginazione esiste... tutto quello che puoi sentire esiste, e tutto quello che esiste  avrà una sua forma, e quindi una vita. Il solo fatto di sapere che ogni persona con la propria mente può creare un mondo anche più grande di quello in cui vive... non è già questo qualcosa di sorprendente e irrazionale allo stesso tempo? Pensa,  tu dentro una scatoletta hai qualcosa che non ha inizio e fine... non sai dove arriva e dove potrebbe arrivare.. non ha peso, ... non sai cosa sia e quanto potrebbe essere grande.  Quanta potenza abbiamo dentro che addormentiamo con la ragione,. io lo trovo buffo e anti- evolutivo. Detto questo, ahimè, dopo questo discorso tornerò anch'io nelle ragionevolezza, (è normale), e nella tranquillità e logica apparente,  Ragionamenti corretti per me Dario non esistono, esistono logiche inconfutabili solo con quello che è fatto di  materiale.La matematica ha una logica per chi l'ha inventata, e tu darai una logica a un'altra logica... ma perchè 1 più 1 deve fare 2?  che cos'è uno e che cos'è due?..non lo so, però gli do la logica che mi hanno insegnato di dargli. Ed è per questo che mi sentirò corretto no?. Ciao
7
postato da , il
Alessandro...!
Ti posso dire  in confidenza...un cosetta...?

A Freda non piace essere chiamato...Giuseppe...!

Fallo contento...Chiamalo semplicemente...: "Pino"


Ciao
6
postato da , il
L'illogicia del pensiero e la sua razionalità...!
Il termine.. razionalità... significa...
ragionamento... argomentazione...
è il rifiuto di tutto ciò che è irrazionale...
e non può essere verificato dalla ragione...!


I percorsi dalla mente
sono gli elementi originati dalla mente
creati dalla mente...
Se con mente corrotta alcuno parla o agisce...
L'inquietudine lo segue...
come una ruota trainata segue il piede...!



C'è una famosa massima...:
"Gli uomini sono agitati e turbati non dalle cose...
ma dalle opinioni ch'essi hanno delle cose"...!

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti