Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a Nei meandri della ragione di Giuseppe Freda


5
postato da , il
Pino...!

Pino...il commento...se non ti dispiace...
lo rimando...a domani...!

L'ora è tarda...sono stanca...!


A domani...!
4
postato da , il
Ad onor del vero devo dire che questo pensiero ha ricevuto un 9 da Rossella Porro e successivamente un 2; ma questo 2 non è attribuibile a Vincenzo Cataldo, che è un gran signore e oltretutto un uomo, cioè una persona che agisce a viso aperto e non nell'ombra come un qualsiasi quaquaraquà.
Perché la discordanza delle opinioni è una cosa, la stima e l'affetto un'altra.
3
postato da , il
Vincenzo: come foto di famiglia di Nietsche, Zarathustra e seguaci è davvero mooolto somigliante.  : ))))))))))
Perché, vedi, nella tua citazione "coloro che sanno" e "coloro che credono di sapere" sono la stessa cosa.
Nessuno "sa". Neanche Dio è qualificato dal "sapere"
Perché il sapere conta meno che niente; ciò che conta è ESSERE.
E per dirla terra terra: come poteva Socrate, per il quale saggio è colui che sa di non sapere, ritenere saggi coloro che sanno?? Sanno CHE??
Evidentemente perché si riferiva a coloro che sanno di non sapere....
E la famigliola... è abbastanza umile da sapere di non sapere?
Fatto...Pronta.
Te la incarto io, o tela incarti tu, la polpetta? : )))))
2
postato da , il
Lo so bene.... con la sola ragione molto spesso non si va da nessuna parte, e si rimane nel dubbio.
Io però sono convinto che essa sia estremamente utile a due fini: costruire l'interpretazione scientifica della realtà (cosa ormai evidente dai progressi della scienza , che compendiano in sé quel poco che l'umanità è riuscita a capire dell'Universo), e demolire il falso, sia quanto alle opinioni teoriche che quanto ai pratici comportamenti umani.
Questa seconda utilità è tuttavia ad uso quasi esclusivamente personale, perché solo nella scienza il falso può essere battuto in pubblica concordia di opinioni: al di fuori del campo strettamente scientifico, non riuscirai mai a dimostrare ciò che è a chi non voglia vedere... e la strada dovrai con ogni probabilità percorrerla in perfetta solitudine.   

Grazie dell'interesse alle mie povere elucubrazioni.
1
postato da , il
già....ragionare è davvero molto molto tranquillizante....ma alle volte è solo un ostacolo...un limite...

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti