Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "La superbia non ha ragione d'essere; discende..." di Nello Maruca


2
postato da , il
Superbia è "opinione esagerata di sé, delle proprie capacità e dei propri meriti, che esteriormente si manifesta con una ostentazione di altera superiorità e di disprezzo per gli altri". Le sue caratteristiche sono dunque ESTERIORI, e si manifestano nell'ostentazione di superiorità e nel disprezzo per gli altri. Boria, alterigia, altezzosità, supponenza, arroganza (tutti atteggiamenti rivolti agli altri per intimorire, stupire o ingenerare un rispetto non dovuto) erano atteggiamenti di stampo sofistico, del tutto estranei alla mentalità di Socrate, la cui autostima si nutriva di umiltà, amore per la ricerca e consapevolezza della propria ignoranza.
1
postato da , il
Anche Socrate , nella sua umiltà , nella sua mancanza di superbia , di vanità  covava un' ambizione ed un ego immensi, talmente grandi da risultare ,ai suoi stessi occhi, più importanti della sua stessa vita.
Ora , se questa non è superbia ...
La superbia è ammirevole , quando supportata dalla consapevolezza e dal coraggio.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti