Questo sito contribuisce alla audience di

Aforismi di Vladimir Dimitrievich Nabokov

Criminologo, nato giovedì 21 luglio 1870 a Carskoe Selo, Puškin (Federazione Russa), morto martedì 28 marzo 1922 a Berlino (Germania)

Andare alla ricerca di una legge basilare è una sciocchezza e ancor più lo è reperirla. Un povero spirito decide che l'intero corso della storia umana può essere spiegato in termini di insidiose rotazioni di segni zodiacali o di lotta tra pance piene e pance vuote; assume un puntiglioso filisteo nel ruolo di collaboratore di Clio, e dà inizio ad un'attività commerciale all'ingrosso di epoche e di masse; e allora guai al privato individuum, con la sua povera doppia u, con i suoi disperati "ehi voi" nel folto delle ragioni economiche. Per fortuna, tali leggi non esistono: un mal di denti farà perdere una battaglia, una pioggerella abolirà un'insurrezione. Tutto sguscia via, tutto dipende dal caso, e del tutto vani sono stati gli sforzi in contrario di quell'acido borghese in pantaloni vittoriani a quadri, autore di Das Kapital, frutto dell'emicrania e dell'insonnia.
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Giovanni Toniato
    Un buon lettore, un gran lettore, un lettore attivo e creativo è un"rilettore". La prima lettura comporta un lavoro fisico, serve soltanto a prendere familiarità con i contenuti del libro. Solo le letture successive permettono di goderne i particolari e di valutarlo artisticamente, perché l'idea complessiva del testo dovrebbe essere ormai chiara nella mente del lettore.
    Vota la frase: Commenta