Frasi celebri di Luca Angelici

Nato sabato 22 settembre 1979 a Fermo (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Poesie, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Luca Angelici
Ho cercato di capire perché le donne sono così difficili da accontentare e poi un bel giorno mi è arrivata finalmente la risposta, guardando un cartone animato... Ebbene sì, le donne sono difficili da accontentare perché sono cresciute male, con l'idea dell'uomo sbagliato! Basta fare un piccolo salto nel passato e fare una piccola riflessione sulle coppie che sin da piccoli siamo stati abituati a guardare con ammirazione.

Cominciamo:

Categoria vagabondi, girovaghi, libertini, eroi

Lilli & il Vagabondo
Duchessa & Romeo (che tra l'altro c'aveva già i figli e non si è mai capito di chi)
Jasmine & Aladin
Pocahontas & John Smith
Simbad & Nala (che poi è diventato principe)
Robin Hood & Lady Marian
Tarzan & Jane (sviluppa il senso di educatrice di una donna)

e guarda caso poi fanno tutti fortuna quindi aggiungerei la voce mantenuti.

Categoria pieni di soldi (Con spiccate doti per la danza e il canto, nonché notevoli cavallerizzi)

Biancaneve & Il Principe Azzurro
La bella addormentata & Il Principe Azzurro
Cenerentola & Il Principe Azzurro
Aurora & Il Principe Azzurro

(a questo punto nasce spontanea la considerazione che chi ha i soldi è puttaniere, vedi Principe Azzurro)

Ariel & Il Principe Eric
La Bella & La Bestia (Brutto ma coi soldi)

Categoria sportivi

Mila & Shiro
Jenny & Jin

l'unico davvero sfigato è stato Lotti, ma che vuoi pretendere se stai tutto il giorno con una mazza in mano? Quale donna ti si accosta?

Categoria zerbini (per donne con un forte egocentrismo)

Topolino & Minni
Paperino & Paperina (il re degli zerbini)
Orazio & Clarabella
Bianca & Bernie
Lady Oscar & Andrè
Creamy - Yu & Toshio
Puffetta & Puffo (da capire, era l'unica poverina)
Pongo & Peggy (adottali tu 101 figli per il senso materno di tua moglie)

E per concludere la categoria delle indecise tra cui regna sovrana

Georgie & Abel e poi Arthur (giusto per non farsi mancare nulla)
Candy & Terence, Albert, Antony e il procione...
Licia & Mirko, Satomi e viceversa

Quindi se non sei eroe, vagabondo, artista, sportivo, pieno di soldi e un po' zerbino non andrai mai bene.

In conclusione... Caro Walt Disney non era meglio che ti facevi una magnata de... tua.
Luca Angelici
Composta venerdì 11 dicembre 2009
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Luca Angelici
    La vita è fatta di scelte e in questa frase non c'è nulla di rivoluzionario o di speciale. Da quando siamo piccoli siamo costretti ad effettuare scelte giorno dopo giorno, alcune in maniera consapevole altre in maniera inconscia, eppure siamo soggetti a questo ciclo continuo di cambiamenti che la Vita ci propone e che noi dobbiamo affrontare. Anzi è proprio nello scegliere che ribadiamo il concetto di essere liberi, perfettamente consapevoli dei nostri desideri e delle nostre voglie. Facciamo in modo che tutto ruoti intorno alle nostre esigenze e ce la prendiamo ogni volta che qualcuno decide per noi e ci impone scelte che non condividiamo. Sono arrivato ad un punto della mia vita in cui scegliere non è legato solo al capire di cosa ho voglia e fare in modo di ottenerlo, ma è legato al fatto di capire e scegliere che tipo di persona voglio essere e cosa voglio diventare. Io ho scelto di essere felice! Detta così sembra un po' una banalità, ma è stata la scelta più importante della mia vita. Ho scelto di essere felice a priori andando alla ricerca di quelle cose che mi facessero realmente felice. Non parlo di soddisfazioni, magari date da tutto un contesto di cose che puoi ottenere, parlo della felicità alla stato primordiale. Per arrivare ad essere felice ho dovuto comunque attraversare un percorso ben preciso... quel tipo di percorso che ti rende una persona libera. Un percorso fatto di domande sincere e di risposte precise affrontate con coraggio ed umiltà. Questa libertà mi ha concesso l'opportunità di cercare la mia felicità e con gran sorpresa ho scoperto che la felicità esiste ed è proprio dietro l'angolo, anzi, per essere più precisi, è dentro se stessi. Non è una frase egoistica, né tanto meno ricca di supponenza, è semplicemente una frase che racchiude quello che penso. Per essere felici bisogna essere liberi e per essere liberi bisogna amarsi, avere rispetto di se stessi e darsi l'opportunità di vivere col cuore aperto. Per me è stato così: nel momento in cui ho deciso di aprirmi il mondo, di credere nella felicità e di ricercarla, ma senza il ricatto di ottenerla velocemente, allora, in quel preciso momento, la mia vita è cambiata e ho scoperto cosa vuol dire "felicità". Nel momento in cui non mi sono vergognato delle mie debolezze, dei miei desideri, delle miei emozioni, ho cominciato a vivere. È una condizione particolare, a volte pensi di essere scemo, a volte ti prendi troppo sul serio, altre invece ti fai tenerezza ed in alcuni casi compassione, ma in ognuno di questi stati dell'essere, ti senti sempre fiero di essere te stesso. Posso dire con certezza che nel momento in cui ho tolto le mie maschere e ho deciso di vivere per quello che sono, con i miei limiti e le mie insicurezze ho riscoperto il sentimento di cui ho più stima in assoluto e che ho sempre ricercato: l'Amore, e da quel momento la mia vita ha preso un'altra piega, un altro corso, qualcosa di unico e inesplorato, un viaggio che non avevo mai fatto, una musica che non avevo mai ascoltato, un'emozione così grande che diventa difficile contenerla. Ho scelto di fare questo viaggio e di affrontarlo con tutto me stesso, perché è solo così che so vivere, intensamente, senza dimenticare ciò che sono stato, ma guardando sempre sinceramente cosa voglio essere e cosa voglio vivere. Inizia qui il mio viaggio più bello ed intenso che abbia mai compiuto e non vedo l'ora di scoprire questo tragitto giorno dopo giorno, con la speranza che possa durare in eterno. Tutti desiderano sognare e sperare: io ci sto riuscendo, ed è un'emozione unica.
    Luca Angelici
    Vota la frase: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di