Scritta da: Laura Di Nella
Nella natura dell'Uomo l'aggressività è innata (base neurofisiologica, spontanea, senza intenzionalità di nuocere). La violenza, altresì, scaturisce dalla cultura di appartenenza. Quindi prima di additare quel fenomeno dilagante del bullismo, dal momento che è stato confermato che l'apprendimento comportamentale è dovuto a un processo imitativo dei cosiddetti"neuorni specchio", dovremmo tutti fare un esame di coscienza sui messaggi impliciti/espliciti che diamo loro-for ex: "no mobbing no bulling" è un'eccellente pubblicità progresso!
Laura Di Nella
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Laura Di Nella
    Prati fioriti accarezzati da venti tranquilli, un Sole caldo fende Vetri di fragile Mistero, per scaldare un cuore, ormai, intorpidito. Lontano spari senza tregua, inneggiano luminosi alla Violenza. Senza Pudore guardiamo, come in un film inverosimile, scene orripilanti, senza battere ciglio e, con la stessa Indefferenza, proferiamo parole echeggiate da altri, in nome di un qualunquismo dissacrante, che evidenzia - celandolo - il Vuoto, il Nulla. Il Coraggio è costretto a un percorso tortuoso e spesso si smarrisce a causa dell'Ignavia con cui seguiamo la bandiera del momento, per l'apatico distacco con cui fruiamo immagini senza eguali.
    Laura Di Nella
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Laura Di Nella
      Liberi I
      Prenderò fili d'oro per illuminare le notti
      di questi istanti deludenti, alienanti, dissacranti.
      Ricorderò il vento di una sera e quella soffusa lampada lontana, irraggiungibile.
      Attraverserò il bosco sola per non perdermi più.
      Asciugherò infinite lacrime di rugiada segnate sulle mie gote in quei mattini solitari
      Non fermerò il tempo né cambierò questa realtà indegna, ingiusta che mi rende invisibile e comprime il mio cuore in una morsa di dolore.
      Ma non mi arrenderò...
      Laura Di Nella
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Laura Di Nella
        Dolore
        Mura fredde, lenzuola madide di sudore.
        Una luce accecante attraversa i vetri appannati
        e illumina il tuo sguardo spento.
        Il tuo viso avvizzito esalta il dolore interminabile nelle sue infinite pieghe.
        Quali parole colmeranno questo silenzio?
        Lasciati andare...
        non allontare questo opprimente patimento dell'Anima...
        Vivi il tuo scoramento e... soffocalo!
        La tua Essenza potrà risorgere dalle Ceneri
        e vivere nuovamente
        dignitosa
        purificata
        da questo struggente dolore.
        Laura Di Nella
        Vota la frase: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di