Scritta da: Lu94
Due anni dalla prima volta che ci siamo visti. Due anni fa, due giri intorno al sole, stavo attraversando la mensa con il mio ukulele, quando fui catturata da un paio d'occhi che mi fissavano, i tuoi, atterriti all'idea che potessi farti la serenata. E anche se passai attorno al tuo tavolo e andai a cantare per qualcun altro, mi lasciai dietro qualcosa: il mio cuore. Allora non lo sapevi. Forse neanch'io lo sapevo. Che ne hai fatto Leo? Hai avuto cura del mio cuore? O lo hai scombinato?
Jerry Spinelli
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Lu94
    Ha a che fare con l'idea che ci sia più onore nel toccare che nell'uccidere. Per esempio, fai parte di una tribù e sei un guerra con un'altra tribù. Se uccidi un nemico, è un grande onore per te. Se all'epoca avessero avuto trofei, probabilmente avresti vinto il più grosso. Ma c'era un onore più grande, che durava per sempre. Se volevi conquistarlo, non dovevi uccidere il guerriero nemico. Dovevi prenderlo alle spalle e toccarlo - per esempio posndogli la punta della lancia su una scapola - e poi scappare. Per tutta la vita avresti potuto raccontare la storia di quanto eri stato coraggioso ad avvicinarti al nemico senza torcegli un capello. Si chiama counting group... saresti diventato una leggenda.
    Jerry Spinelli
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Lu94
      "Che ora è?" Come se i minuti potessero dircelo. Come se Arnold potesse alzare lo sguardo sull'orologio in cima alla sede del "Lenape" e leggere: hai solo 15 minuti prima che ti trovino. Come se il tempo di Charlie non fosse per sempre bloccato nell'istante in cui Grace se n'è andata. Come se uno sciame mordace di minuti non aspettasse Betty Lou fuori dalla porta. Come se l'amore non bastasse a scandire tutto il tempo necessario agli Huffelmeyer.
      Jerry Spinelli
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Lu94
        "Quando le creature delle stelle piangono,, non spargono lacrime ma luce". Non avevo mai monete perché, non appena me ne capitava una per le mani, la lanciavo sul marciapiede affinché qualcuno la trovasse. Cos'è successo a quella Stargirl? Spargere. Luce. Le lacrime non si infrangono. La luce si. Le consegnai la piuma. La regalò a un uomo che portava a spasso il cane. Pesce d'aprile! E così sono di nuovo io, Leo. Grazie all'esempio di una bambina di cinque anni.
        Jerry Spinelli
        Vota la frase: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di