Aforismi di Jack Kerouac

Scrittore e poeta, nato giovedì 12 gennaio 1922 a Lowell, Massachusetts (Stati Uniti d'America), morto martedì 21 ottobre 1969 a St. Petersburg, Florida (Stati Uniti d'America)
Questo autore lo trovi anche in Poesie, in Umorismo e in Racconti.

Scritta da: Andrew Ricooked
Qualcosa, qualcuno, qualche spirito ci perseguitava tutti attraverso il deserto della vita ed era scritto che ci afferrasse prima che raggiungessimo il cielo. Naturalmente adesso che ci torno su col pensiero, questo non è altro che la morte; la morte ci raggiungerà prima del cielo. L'unica cosa per la quale languiamo nei nostri giorni di vita, che ci fa sospirare e lamentarci e sottostare a dolci nausee di ogni specie, è il ricordo di una certa felicità perduta che probabilmente è stata sperimentata nell'alvo materno e può riprodursi solamente (quantunque noi si detesti ammetterlo) nella morte. Ma chi è che vuol morire? Nell'incalzare degli avvenimenti continuavo a pensare a questo nel fondo della mia mente. Lo dissi a Dean ed egli lo riconobbe istantaneamente come la pura e semplice nostalgia della morte; e poiché nessuno di noi può tornare alla vita, lui, giustamente, non voleva aver niente a che farci, e allora mi trovai d'accordo con lui.
Jack Kerouac
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Andrew Ricooked
    Camminavo nella sera piena di lillà con tutti i muscoli indolenziti in mezzo alle luci della 27ma strada nella Welton in mezzo al quartiere negro di Denver, desiderando di essere un negro, sentendo che quanto di meglio il mondo dei bianchi ci aveva offerto non conteneva abbastanza estasi per me, e neppure abbastanza vita, gioia, entusiasmo, oscurità, musica, né notte sufficiente. [...] Desiderai di essere un messicano di Denver, o persino un povero giapponese stremato dal lavoro, tutto fuorché quel che tristemente ero, un "uomo bianco" disilluso.
    Jack Kerouac
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: hugh.79
      Cos'è quella sensazione che si prova quando ci si allontana in macchina dalle persone e le si vede recedere nella pianura fino a diventare macchioline e disperdersi? È il mondo troppo grande che ci sovrasta, è l'Addio. Ma intanto, ci si proietta in avanti verso una nuova, folle avventura sotto il cielo.
      Jack Kerouac
      dal libro "Sulla strada" di Jack Kerouac
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Irin Supertramp
        L'arte è un dolce e splendido isolamento dalla vita, pieno di saggezza e genialità. Mentre gli amanti passeggiano a braccetto sotto i remi delle Foresta, l'artista siede ai piedi di un albero, dipinge dei bei quadri e li solleva per farli vedere. È innamorato di se stesso, ma ama anche gli altri, perché mostra loro i frutti del suo lavoro, le sue opere e grida: "Vedete? Vedete? ". Poi, alla fine, si riposa e ritorna tra gli altri, alle passeggiate a braccetto dell'amore terreno, e gli uomini lo amano perché ha creato una cosa talmente bella, ha celebrato la loro vita e il loro amore, ed è tornato tra loro. Dicono: "Quanto strano e meraviglioso è costui! E questa sua anima! ". Ed è tanto vero quanto è misterioso e irresistibile. "È uno di noi, è come noi! Ma sta da solo sotto il suo albero, per un po'. Ci raggiungerà più avanti con le sue soavi creazioni..."
        Jack Kerouac
        Vota la frase: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di