Questo sito contribuisce alla audience di

Aforismi di Carlos Ruiz Zafˇn

Scrittore, nato venerdý 25 settembre 1964 a Barcellona (Spagna)
Questo autore lo trovi anche in Racconti.

Una ragazza vestita di bianco avanzava verso di me, pedalando lungo la strada in salita.
L'alba in controluce permetteva di scorgere la sua silhouette sotto il vestito di cotone.
I lunghi capelli color fieno ondeggiavano coprendole il volto.
Rimasi immobile, guardandola avvicinarsi, come un imbecille durante un attacco di paralisi.
La bicicletta si ferm˛ a un paio di metri da me.
I miei occhi, o la mia immaginazione, intuirono il contorno di due agili gambe che si posavano a terra.
Risalii con lo sguardo il vestito che sembrava uscito da un quadro di Sorolla fino a imbattersi nei suoi occhi, di un grigio cosý profondo da poterci cadere dentro.
Erano fissi su di me con un'espressione sarcastica.
Sorrisi e feci la mia migliore faccia idiota.
Composta lunedý 7 marzo 2011
dal libro "Marina" di Carlos Ruiz Zafˇn
Vota la frase: Commenta