Scritta da: Antonio Recanatini
Preferisco che la mia poesia venga sepolta in periferia, che vederla come osceno compromesso, tra miseria e perbenismo. Preferisco che mi ascolti un solo orecchio stanco, che centomila orecchie avide pronte ad usurparne passione, preferisco l'ardore del rivoltoso, che la scienza occulta del potere. La periferia è l'intera poesia, l'aristocrazia e il privilegio solo la maschera.
Antonio Recanatini
Vota la frase: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di